21:57 07 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
102
Seguici su

In precedenza il capo della politica estera della Ue Josep Borrell ha affermato che l'immediata risposta di Pechino alle sanzioni del 22 marzo ha creato "una nuova atmosfera" e "una nuova situazione" per le relazioni sino-europee.

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha affermato che l'Unione Europea ha bisogno di forti canali di comunicazione con Pechino, sottolineando che il "disaccoppiamento" è sbagliato.

Maas ha rilevato che la Cina è stata descritta "come partner, concorrente e rivale sistemico contemporaneamente" nell'Unione Europea.

"In tutte queste direzioni abbiamo bisogno di canali di comunicazione forti e sostenibili con Pechino. Il disaccoppiamento è la strada sbagliata", ha detto il ministro degli Esteri prima di un incontro in videoconferenza con l'omologo cinese Wang Yi.

Le tensioni tra la Cina e l'UE sono esplose a marzo quando gli Stati Uniti, l'Unione Europea, il Regno Unito e il Canada hanno annunciato sanzioni contro diversi funzionari cinesi a seguito di accuse di violazioni dei diritti umani contro i musulmani uiguri dello Xinjiang, in particolare per arresti e repressioni, campi di lavoro e limitazioni alla libertà religiosa.

La Cina ha ripetutamente respinto le accuse, sottolineando che gli uiguri frequentano centri di istruzione e formazione professionale come parte di un programma di deradicalizzazione che cerca di integrarli nella società.

Pechino ha risposto con sanzioni reciproche, prendendo di mira 10 funzionari dell'UE, cinque parlamentari britannici, un professore, un avvocato e quattro entità britanniche, vietando loro di fare affari con la Cina.

Tags:
Heiko Maas, Germania, Unione Europea, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook