17:46 17 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
Di
213
Seguici su

Secondo il manifesto della nuova area politica che fa capo all'ex europarlamentare e dirigente Dem, Goffredo Bettini, l'ex premier sarebbe caduto "per una convergenza di interessi nazionali e internazionali che non lo ritenevano sufficientemente disponibile ad assecondarli". Ma il Pd prende le distanze.

"Conte non è caduto per i suoi errori o ritardi (che in parte ci sono stati) ma per una convergenza di interessi nazionali e internazionali che non lo ritenevano sufficientemente disponibile ad assecondarli e dunque, per loro, inaffidabile". È quanto si legge nel manifesto delle Agorà, la neonata area politica Dem fondata da Goffredo Bettini.

Per il dirigente del Pd, insomma, considerato l’ideologo dell’asse tra Pd e Movimento 5 Stelle, l’ex premier Giuseppe Conte sarebbe caduto non per l’insofferenza di Renzi, ma per un “complotto” internazionale.

La parola “complotto” non viene pronunciata né messa nero su bianco. Ma è proprio questo che lascia intendere la ricostruzione dell’ex parlamentare europeo, pubblicata da Repubblica. Bettini, tuttavia, non nomina i protagonisti della presunta "congiura" ai danni dell’avvocato del popolo.

Goffredo Bettini

"Nel vuoto e nell'incertezza" che si era venuta a creare, prosegue l’analisi, “il presidente Mattarella ha saputo mettere a disposizione della Repubblica Mario Draghi. Una grande personalità. Una risposta di emergenza ad una situazione di emergenza".

Una chiosa che però non basta a tranquillizzare tutti quei dirigenti del Pd che sono saltati sulla sedia dopo aver letto le frasi contenute nel manifesto politico della nuova “corrente” bettiniana.

Lo staff di Enrico Letta si affanna subito a chiarire che la posizione espressa dal dirigente Dem non riflette quella del partito. “Il governo Draghi”, ribadiscono le fonti citate da Repubblica, “è il governo del Pd di Letta".

Il Conte Bis, ripetono in coro gli esponenti del partito, è crollato “per il mancato sostegno di Renzi”. E ad intervenire nella discussione è lo stesso leader di Italia Viva che commenta lapidario: “Molti chiamano ‘complotto internazionale’ semplicemente la propria incapacità di fare politica".

Intanto, secondo il Corriere la nascita della nuova area politica di sinistra sarebbe funzionale proprio al riavvicinamento tra il M5S a guida Conte e il Pd  di Letta.

Secondo Bettini, come sottolineava Tommaso Labate sullo stesso giornale raccontando l’amicizia nata fra il guru Dem e Conte, i due leader sarebbero “complementari”.

Correlati:

Sondaggi, Mario Draghi piace, ma gli italiani preferiscono Giuseppe Conte
M5S, Conte: "Sono qui per rifondare il Movimento"
Tags:
PD, governo, Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook