20:43 07 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
38946
Seguici su

Durante una telefonata Joe Biden ha proposto a Vladimir Putin un vertice in "un Paese terzo" nei "prossimi mesi". Il Cremlino ha spiegato che la conversazione è avvenuta su iniziativa del presidente americano.

I colloqui telefonici tra i presidenti di Stati Uniti e Russia Joe Biden e Vladimir Putin sono avvenuti su iniziativa della parte americana; Biden ha confermato a Putin l'invito precedentemente notificato per partecipare al vertice del 22-23 aprile sul clima in videoconferenza, ha riferito il servizio stampa del Cremlino.

"Lo stato attuale delle relazioni russo-americane e alcuni aspetti di attualità dell'agenda internazionale sono stati discussi a fondo. Joseph Biden ha ribadito il suo precedente invito al presidente russo a partecipare al vertice sul clima, che si terrà in videoconferenza il 22-23 aprile", si legge in un comunicato del Cremlino.

Secondo il Cremlino, Putin e Biden hanno entrambi manifestato la propria disponibilità a continuare il dialogo sulle aree più importanti per garantire la sicurezza globale.

"Joseph Biden ha espresso interesse a normalizzare lo stato delle cose in prospettiva bilaterale e instaurare un'interazione stabile e prevedibile su problemi delicati come la stabilità strategica e controllo degli armamenti, il programma nucleare iraniano, la situazione in Afghanistan e il cambiamento climatico globale", si aggiunge nella nota della presidenza russa.

Si precisa che in questo contesto il presidente degli Stati Uniti ha proposto di "considerare la possibilità di condurre un incontro nel prossimo futuro".

Putin e Biden hanno concordato di assegnare compiti ai rispettivi dicasteri per risolvere le questioni sollevate durante la conversazione telefonica.

La telefonata tra Biden e Putin: parla la Casa Bianca

In una conversazione telefonica martedì 13 aprile, il presidente degli Usa ha proposto all'omologo russo di organizzare "un vertice in un Paese terzo nei prossimi mesi" per discutere la gamma di problemi bilaterali, si legge in un comunicato stampa della Casa Bianca.

"Il presidente Biden ha ribadito il suo obiettivo di costruire una relazione stabile e prevedibile con la Russia coerente con gli interessi degli Stati Uniti", si sottolinea.

I leader hanno discusso una serie di questioni regionali e globali, inclusa l'intenzione degli Stati Uniti e della Russia di condurre un dialogo sulla stabilità strategica su una serie di questioni relative al controllo degli armamenti e sulle minacce alla sicurezza emergenti sulla base dell'estensione del Trattato START III.

"Il presidente Biden ha anche chiarito che gli Stati Uniti agiranno con fermezza in difesa dei propri interessi nazionali in risposta alle azioni della Russia, come le intrusioni informatiche e le interferenze elettorali", ha aggiunto la Casa Bianca.

La Russia ha ripetutamente negato le accuse di tentativi di influenzare i risultati delle elezioni in diversi paesi, e il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov le ha definite "assolutamente infondate".

Biden ha inoltre espresso preoccupazione per "il rafforzamento delle forze armate russe al confine con l'Ucraina", sottolineando l'"incrollabile impegno degli Stati Uniti a sostenere la sovranità e l'integrità territoriale" di quel Paese. Il presidente americano "ha invitato la Russia ad allentare le tensioni".

Parlando della situazione in Ucraina, Putin ha illustrato al suo interlocutore gli approcci alla soluzione basata sul pacchetto di misure di Minsk.

Crisi ucraina

Un conflitto interno è scoppiato in due regioni dell'Ucraina orientale, Donetsk e Lugansk, che hanno proclamato l'indipendenza nel 2014 a seguito del violento colpo di stato a Kiev guidato da gruppi nazionalisti e sostenuto dai governi occidentali, temendo repressioni e limitazioni dei diritti della popolazione russofona prevalente nella zona.

In risposta le nuove autorità di Kiev hanno avviato un'operazione militare contro le forze indipendentiste col pretesto di un'operazione antiterrorismo, caratterizzato da violenti bombardamenti che spesso colpivano le infrastrutture civili. L'offensiva si è interrotta dopo quasi un anno grazie alla firma degli accordi di Minsk, tuttavia sovente riprendono isolati scontri lungo la linea di smilitarizzazione.

Tags:
Vladimir Putin, Joe Biden, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook