18:30 17 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
68766
Seguici su

In caso di un eventuale peggioramento della situazione in Ucraina, la Russia farà di tutto per garantire la sua sicurezza, ma la responsabilità per le possibili conseguenze di un tale sviluppo degli eventi ricadrà interamente su Kiev e sui suoi protettori occidentali, ha affermato il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

Il viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov ha sostenuto che Usa e Nato fomentano lo spirito militarista di Kiev e si prodigano in provocazioni contro la Russia a ridosso dei confini.

"Al contrario loro (Stati Uniti e Nato) fomentano lo spirito militarista (di Kiev - ndr), loro stessi sono impegnati in azioni provocatorie contro di noi, anche in prossimità dei nostri confini. Se si verificherà un qualche tipo di escalation, garantiremo la nostra sicurezza e l'incolumità dei nostri cittadini, ovunque si trovino", ha detto il viceministro Ryabkov ai giornalisti.

Il diplomatico ha poi affermato che in caso di escalation, le responsabilità sarebbero interamente delle autorità ucraine e dei governi occidentali che sostengono Kiev.

"La responsabilità delle conseguenze di questa ipotetica escalation ricadrà interamente su Kiev e sui suoi protettori in Occidente", ha aggiunto il viceministro degli Esteri.

Nella giornata di ieri il capo della diplomazia russa Sergey Lavrov aveva dichiarato di non capire gli obiettivi degli Stati Uniti in Ucraina.

Domenica scorsa il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, commentando le dichiarazioni provenienti da Kiev sull'inutilità degli accordi di Minsk, si era rivolto a Francia e Germania, chiedendo se queste parole non creassero sconcerto come a Mosca.

Tags:
NATO, USA, Occidente, Il Ministero degli Esteri della Russia, Donbass, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook