14:43 16 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
Di
282
Seguici su

Da Milano il leader leghista esorta Bruxelles ad accelerare sul via libera al vaccino russo: "Mi domando quanto dobbiamo aspettare per un sì o un no".

Da Milano il leader della Lega, Matteo Salvini, si scaglia contro le istituzioni europee per la gestione della campagna vaccinale. "Aver superato due milioni di vaccini in Lombardia nonostante i ritardi nella fornitura e i disastri dell'Europa è motivo di orgoglio", ha detto ai giornalisti a margine della visita al Milano Innovation District che sorgerà nell’ex area Expo del capoluogo lombardo.

Secondo l’Ansa il leader leghista avrebbe poi fatto appello a Bruxelles per accelerare sul vaccino russo Sputnik. “È usato in sessanta Paesi”, ha ricordato Salvini. “Mi domando – incalza ancora il segretario della Lega - quanto dobbiamo aspettare per un sì o un no”. “Mi auguro – ha concluso - che Ema lo dica in fretta".

Intanto allo Spallanzani di Roma ha preso il via la sperimentazione del preparato messo a punto dal centro Gamaleya di Mosca.

La sperimentazione allo Spallanzani di Roma

Tra le ricerche che verranno effettuate, come riporta il Messaggero, ci sarà anche quella sugli effetti della combinazione di due vaccini differenti.

Ad essere valutato assieme agli scienziati russi che arriveranno a Roma in settimana per collaborare con i ricercatori dello Spallanzani, sarà anche l’effetto del vaccino russo sulle varianti, inglese, brasiliana e sudafricana.
Francesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani di Roma
© Foto : Ufficio stampa di INMI Lazzaro Spallanzani
Francesco Vaia, direttore sanitario dell'Istituto Spallanzani di Roma

Insomma, anche l’Italia sembra voler accelerare, come la Germania, aprendo ad altri vaccini per sopperire alle carenze e ai tagli che al momento non permettono di raggiungere il target delle 500mila vaccinazioni giornaliere previste dal piano del generale Figliuolo. Di questo passo, infatti, il conseguimento dell’immunità di gregge potrebbe slittare di “almeno un mese”.

La Germania tratta per il vaccino russo

Nei giorni scorsi il ministero della Salute tedesco ha intavolato una trattativa con il fondo russo che commercializza il vaccino per la fornitura diretta di “20 milioni di dosi tra luglio e settembre”, come ha annunciato intervistato dalla trasmissione Mediaset, Quarta Repubblica il Ceo del RDIF Kirill Dmitriev.  

“Ci sono grandi interessi commerciali che cercano di impedire che questo vaccino venga utilizzato in Italia e in Europa”, aveva detto il rappresentante del Fondo Sovrano russo che commercializza il vaccino, ai microfoni di Rete 4.

Correlati:

Draghi sullo Sputnik V: "se la Germania lo compra fa una cosa che può fare"
Consegne Sputnik V possono contribuire a campagna di vaccinazione in Germania, ministro Salute
Zingaretti su Sputnik V: deve decidere governo dopo via libera di Ema e Aifa
Tags:
UE, vaccino, Sputnik, Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook