07:35 17 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
17011
Seguici su

Intervenendo alla trasmissione DiMartedì il segretario del PD ha ribadito la linea del suo partito su migrazioni, salvataggi in mare e Ius Soli, attaccando Salvini sul tema dell'emergenza Covid-19.

"C’è una differenza tra il salvataggio in mare di chi muore e la questione migratoria. Il salvataggio in mare è un dovere del nostro Paese”. Queste le parole pronunciate alla trasmissione DiMartedì su La7 da Enrico Letta, a commento del viaggio in Libia del premier Mario Draghi. 

Nel suo intervento il segretario del PD ha chiarito che l'Italia non è il solo Paese in Ue ad affrontare il dramma delle migrazioni che è arrivata l'ora di un cambio di rotta nelle politiche europee. 

“Il piano per le migrazioni non è sufficiente”, ha puntualizzato. “Mi permetto di dire - ha aggiunto - che il Pd che guiderò io sarà sulla linea che voglio portare avanti, nella quale c’è bisogno di trattare con umanità e rispettando i diritti delle persone".

Letta ha poi ribadito la linea del PD sullo ius soli, rilanciando la proposta della legge Zan contro l'omotransfobia. 

"Quando parlo di ddl Zan e di ius soli parlo di leggi che ci farebbero uscire dal Medioevo, ci porterebbero nel futuro”, ha osservato.

Il futuro del PD

L'ex premier ha poi parlato del futuro del PD e del suo ruolo nello scenario politico italiano, in prospettiva delle prossime elezioni e dello scenario politico che si è recentemente determinato. 

“Non dobbiamo essere il partito del potere, siamo stati costretti ad andare al governo per salvare l'Italia, ma non vogliamo più essere il partito della protezione civile, chi vince le elezioni governa”, ha affermato.

Rispetto alla questione della leadership nel centrosinistra, contesa da Letta con Giuseppe Conte, il segretario del PD ha sottolineato ha sottolineato che si tratta di una questione da affrontare dopo aver organizzato "questa alleanza; dopo di che normalmente decidono gli elettori, chi prende più voti ha il diritto di proporre la leadership”.

L'affondo su Salvini

Infine Enrico Letta ha attaccato Matteo Salvini sulle sue proposte riguardo la gestione dell'emergenza Covid-19 accusandolo di dire "alla gente quello che loro vogliono sentirsi dire".

"Anche io sono solidale con i ristoratori, ma credo che noi dobbiamo fare un decreto imprese, questa è una risposta seria, aiutarli non in modo generico”, ha detto. "Avessimo seguito le sue soluzioni - prosegue - oggi saremmo in una situazione molto peggiore e non voglio dire di più".
Tags:
Enrico Letta, Matteo Salvini, PD, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook