20:29 11 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
123
Seguici su

Il GERB (Cittadini per lo Sviluppo Europeo della Bulgaria) otterrebbe il maggior numero di voti alle elezioni parlamentari tenutesi in Bulgaria, secondo gli exit poll delle agenzie sociologiche Trend e Gallup International, riporta il canale televisivo NOVA.

In base alle rilevazioni fatte ai seggi, il partito del premier Bojko Borisov si aggiudica il 25% dei voti.

È interessante notare che il secondo posto è occupato da una nuova formazione politica di opposizione "C'è un popolo come questo" del presentatore televisivo Slavi Trifonov (17,1%).

Secondo i rappresentanti di questa nuova forza politica, in Bulgaria regna il monopolio, quindi lo sviluppo dell'economia è in mano a circoli politici e oligarchici. Si nota che Trifonov in precedenza aveva partecipato attivamente alla vita politica del Paese: nel 2016, su sua iniziativa, si è tenuto un referendum, in cui è stato proposto di ridurre l'ammontare dei sussidi ai partiti e introdurre un sistema maggioritario per l'elezione dei deputati. Non sono bastati 12mila voti per introdurre le norme, in totale hanno partecipato alla votazione tre milioni e mezzo di elettori.

Al terzo posto c'è il Partito Socialista Bulgaro (16,7%), che era la seconda forza parlamentare nella precedente legislatura ed era il partito principale d'opposizione a GERB.

Al quarto posto c'è Bulgaria Democratica (centrodestra) col 10,5% dei consensi. Le proteste antigovernative estive sono iniziate proprio grazie al suo leader Hristo Ivanov, che ha richiamato l'attenzione sull'immobile dell'ex presidente del partito filoturco del Movimento per i diritti e le libertà Ahmed Dogan, che è stato costruito in un terreno pubblico e ha continuato a essere sorvegliato dalle forze dell'ordine, nonostante non sia una prassi prevista dalla legge la difesa da parte delle forze di sicurezza di proprietà private.

Al quinto il partito della minoranza turca "Movimento per i diritti e le libertà" col 10,2%. La forza "In piedi" dell'ex difensore civico Maya Manolova (indipendente) è al 5%. Proprio Maya Manolova ritiene che la Bulgaria sia governata dietro le quinte, guidata dal primo ministro Borisov e dal magnate televisivo, il vicepresidente del Movimento per i diritti e le libertà Delyan Peevski, che è stato nominato a capo dell'Agenzia statale per la sicurezza nazionale nel 2013.

Il partito nazionalista VMRO BND del ministro della Difesa Krasimir Karakachanov è al 4,7%.

Nella configurazione parlamentare precedente, si è potuto osservare il confronto principale tra il partito di governo GERB ed i socialisti. Come ha detto il vicepresidente del GERB Tomislav Donchev prima delle elezioni, il suo partito nel nuovo parlamento preferirebbe essere in coalizione con i vecchi partner, ovvero con i nazionalisti di VMRO BND. La nuova forza di opposizione "C'è un popolo come questo" di Slavi Trifonov ha categoricamente rifiutato l'opzione di una coalizione con il partito al governo e ha consentito solo la possibilità di unirsi con altre forze d'opposizione: Bulgaria Democratica e "In Piedi".

Tags:
Boyko Borisov, elezioni parlamentari, Bulgaria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook