23:37 11 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
211
Seguici su

Le Nazioni Unite sono scioccate dalle uccisioni avvenute oggi in Myanmar, il giorno più "sanguinoso" dall'inizio del colpo di stato, secondo la missione Onu nel Paese asiatico.

"La missione delle Nazioni Unite in Myanmar è scioccata dalle insensate perdite di vite umane avvenute oggi, con decine di persone uccise dai militari in tutto il paese nel giorno più sanguinoso dal colpo di stato", riporta una nota sul sito web.

La violenza è completamente inaccettabile e deve essere fermata immediatamente, si sottolinea.

Allo stesso tempo l'Onu chiede di assicurare i responsabili dei massacri alla giustizia.

L'Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (OHCHR) ha dichiarato su Twitter che sta ricevendo segnalazioni di decine di morti, inclusi bambini, centinaia di feriti in 40 località e arresti di massa.

"Questa violenza esacerba l'illegalità del colpo di stato e le colpe dei suoi leader", osserva l'OHCHR.

In precedenza il portale di notizie birmano Now ha riferito che più di 90 persone sono state uccise in scontri tra manifestanti antigovernativi e forze di sicurezza in diverse città del Myanmar.

Oggi in Myanmar si celebra la Giornata delle forze armate. Il 27 marzo 1945 la divisione del Myanmar sotto il comando di occupazione giapponese si ribellò agli invasori giapponesi e combatté per scacciare le truppe nipponiche. Da questa divisione, comandata dal generale Aung San, "il padre dell'indipendenza birmana", dopo aver ottenuto la vera indipendenza dalla Gran Bretagna, è stato creato l'esercito nazionale del Myanmar.

Tags:
ONU, Myanmar
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook