10:11 14 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
153941
Seguici su

L'introduzione dei certificati COVID-19 nell'Unione Europea aiuterà i suoi paesi a recuperare la piena libertà di movimento all'interno dell'UE, ha affermato il vicepresidente della Commissione Europea Maros Sefcovic nel suo intervento nel Parlamento Europeo.

A metà marzo la Commissione Europea ha proposto di introdurre nell'UE un passaporto COVID, denominato Digital Green Certificate. Il documento conterrà informazioni sullo stato di salute del portatore, se abbia di recente effettuato la vaccinazione, se abbia ricevuto un test di negatività al coronavirus, o se sia recentemente guarito dal COVID-19 e quindi abbia sviluppato i relativi anticorpi.

Il vicepresidente della Commissione Europea Maros Sefcovic
© AP Photo / Olivier Hoslet
Il vicepresidente della Commissione Europea Maros Sefcovic
"I certificati aiuteranno paesi dell'UE a ripristinare la piena libertà di movimento", ha detto Sefcovic

L'obiettivo dell'introduzione del certificato è quello di facilitare gli spostamenti dei cittadini all'interno dell'UE.

Sarà possibile utilizzare tale certificato caricandolo direttamente sul proprio telefono cellulare.

La Commissione Europea propone di evitare che la vaccinazione sia una condizione obbligatoria per viaggiare.

Certificati: quando e per quanto

  • La Commissione Europea auspica che i certificati COVID-19 siano introdotti entro la metà di giugno.
  • L'uso di questi documenti all'interno dell'Unione Europea dovrebbe essere sospeso dopo che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) avrà revocato lo stato dell'emergenza sanitaria internazionale dovuta alla pandemia del coronavirus.
Dopo aver ottenuto il via libera della Commissione Europea il progetto del certificato deve essere approvato dal Consiglio UE e dal Parlamento Europeo.

Nella giornata di ieri il segretario di Stato per gli Affari europei del Portogallo Ana Paula Zacarias ha dichiarato che l'introduzione del certificato salverà il turismo in Europa per la prossima estate.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook