01:47 17 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
511
Seguici su

Esponente della Lega della Basilicata aveva inneggiato al Duce nel 2014, ora il Partito Democratico si accorge del post e ne chiede la rimozione dal nuovo incarico.

Gianuario Aliandro, detto Nario, è il nuovo capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Basilicata dopo le dimissioni di Tommaso Coviello passato con Fratelli d’Italia.

Dopo la sua nomina, qualcuno ha fatto riemergere dal profilo Facebook del politico lucano un post scritto nel 2014 quando ancora non svolgeva attività politica, ma si limitava a commentare i post degli altri politici sui social. Lo riporta l'Adnkronos.

Nel post Aliandro se la prendeva con Matteo Renzi e minacciandolo scrisse:

“Prima di venire in Basilicata pensaci bene… w il Duce”.

Per il Partito Democratico questo è più che sufficiente a chiedere che il nuovo capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Basilicata si dimetta o venga dimesso.

Il PD gli consiglia di seguire le stesse orme del collega del trentino Savoi, il quale “a seguito delle dichiarazioni pubblicate sui social contro due colleghe donne apostrofate con volgarità e violenza, si è dimesso dal suo incarico”.

Si tratta “del peggior rigurgito fascista” secondo il Partito Democratico regionale e di un modo di comportarsi che ignora “ogni principio democratico e in spregio alla nostra Costituzione”.

Non è quindi accettabile per il PD che un uomo che vuole rappresentare le istituzioni si comporti in questo modo, poiché lede l’immagine delle istituzioni e “offende l’intera comunità lucana che non merita di essere rappresentata con tale mediocrità politica”.

Tags:
neofascismo, fascismo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook