18:34 14 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
401
Seguici su

Matteo Salvini parla alla scuola di politica della Lega e ai presenti insegna la linea politica del partito, spiega loro la visione di paese che il carroccio ha per i prossimi anni.

Salvini non ci sta a definire condono le cartelle esattoriali di 10 o 15 anni fa stralciate dal dl sostegni.

“Hanno gridato al condono per lo stralcio di alcuni milioni di cartelle esattoriali di 10, 15 anni fa che in un paese normale sarebbero già state stralciate”, afferma il capo dei leghisti partecipando ad un evento presso la scuola di formazione politica della Lega.

Per quanto riguarda gli effetti economici del decreto sostegni sulla situazione economica degli italiani e delle italiane, Salvini dice che si tratta solo del “primo mattoncino ma occorrerà fare molto di più. Per lo scostamento di bilancio noi chiederemo al governo Draghi coraggio, visione, di mettere tutto quello che serve”.

E quando Salvini dice tutto quello che serve, non pensa ai 35 miliardi di euro proposti da Maurizio Lupi di Noi con l’Italia, ma pensa a qualcosa di molto più grande.

“Nel prossimo decreto ad aprile ci sarà bisogno di mettere non qualcosina, ma una montagna. È la benzina da rimettere nel motore. Con 20 miliardi non vai da nessuna parte, se servono anche 100 miliardi” di euro.

Quindi un ulteriore scostamento di bilancio e imponente, che si aggiungerà al debito pubblico dell’Italia. Ma del resto è stato lo stesso Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa di presentazione del decreto sostegni, ad affermare che questo non è il momento di guardare al debito, ma è il tempo di spendere, aggiungendo, però, che poi arriverà il tempo in cui dovremo controllare il debito pubblico raggiunto.

In vista del Recovery plan

In vista dell’arrivo dei soldi del Recovery plan da spendere per le infrastrutture, Matteo Salvini dice che il Codice degli appalti va macerato, maciullato, frantumato, azzerato e non solo cancellato.

Il messaggio lanciato su questo punto è chiarissimo.

Tags:
Matteo Salvini
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook