23:52 11 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
0 11
Seguici su

I massimi funzionari dell'UE hanno discusso venerdì della situazione nel Mediterraneo orientale, questioni regionali e bilaterali con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, spingendo per un "allentamento prolungato" delle tensioni.

Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e quello del Consiglio europeo Charles Michel hanno parlato in video con Erdogan in vista del vertice UE della prossima settimana. Il meeting online si è tenuto al fine di disinnescare le tensioni che sono divampate lo scorso anno per la ricerca di gas da parte della Turchia in acque che Cipro e Grecia rivendicano come zone economiche esclusive. Durante un vertice di dicembre, l'UE ha persino minacciato di espandere le sanzioni ad Ankara per la crisi del Mediterraneo orientale.

"La parte dell'UE ha sottolineato l'importanza di una riduzione sostenuta dell'escalation e di un ulteriore rafforzamento della fiducia per consentire un'agenda UE-Turchia più positiva", hanno affermato la von der Leyen e Michel in un comunicato stampa congiunto dopo la videoconferenza.

Secondo i funzionari dell'UE, i due hanno discusso con Erdogan del "seguito del Consiglio europeo di dicembre", dei prossimi colloqui a Cipro sotto l'egida delle Nazioni Unite e delle relazioni bilaterali.

Poiché l'incontro è quasi coinciso con il quinto anniversario dell'accordo sulla migrazione UE-Turchia, i presidenti hanno prevedibilmente accennato alla situazione dei rifugiati siriani in Turchia.

Hanno anche scambiato opinioni su Siria e Libia e hanno discusso di una possibile visita di alti funzionari dell'UE in Turchia dopo il vertice di marzo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook