03:46 11 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
251
Seguici su

Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange "si scontrerà con un sistema truccato prima ancora di entrare in aula nel caso di un'estradizione negli Stati Uniti", rivela l'ufficiale-informatore della CIA John Kiriakou in un'intervista esclusiva con Sputnik.

John Kiriakou, ex-ufficiale anti-terrorismo della CIA e ex-investigatore del Comitato Relazioni Straniere del Senato statunitense, sostiene che non sia possibile per il fondatore di WikiLeaks Julian Assange ricevere un processo corretto e imparziale, in quanto incorrerebbe in una giuria composta da membri dello Stato di Sicurezza Nazionale, militari, o loro membri famigliari.

In un'intervista esclusiva con Sputnik, ha rivelato anche come lui abbia passato anni in prigione dopo le accuse dell'Atto di Spionaggio in seguito alle sue dichiarazioni sulle torture che l'amministrazione Bush infliggeva agli accusati di terrorismo.

Dopo l'11 settembre, Kiriakou fu messo a capo delle operazioni anti-terrorismo in Pakistan con l'obbiettivo di catturare l'allora numero tre di Al-Qaeda, Abu Zubaydah. Dopo la cattura, gli venne proposto di prendere parte a un allenamento in "tecniche di interrogatorio avanzate", che sarebbero state usate su Zubaydah e altri prigionieri. L'1 agosto 2002, la CIA iniziò un processo di torture non approvate né dalla Casa Bianca né dal Dipartimento di Giustizia. Kiriakou decise di dimettersi dalla CIA nel 2004, e nel 2007, cinque anni dopo l'inizio delle torture su Abu Zubaydah, decise di rendere tutto di dominio pubblico in un'intervista con ABC news.

Venne accusato e processato, ma l'FBI non lo reputò colpevole. Successivamente, sotto il governo Obama, John Brennan — all'epoca con la carica di Deputy National Security Advisor — fece riaprire il caso e nel gennaio 2012 arrestò Kiriakou con cinque diversi capi di accusa.

Le proteste davanti alla corte dov'è stato portato Assange.
© Sputnik . Demond Cureton
Le proteste davanti alla corte dov'è stato portato Assange.

Kiriakou venne mandato a processo presso l'Eastern District of Virginia, sede della CIA e del Dipartimento della Difesa, dove numerosi convenuti per la sicurezza nazionale sono stati convocati negli anni, tra i quali anche Zacarias Moussaoui, Ed Snowden, Jeffrey Sterling, e proprio Julian Assange. Kiriakou rivela a Sputnik che i giurati in quello che viene comunemente chiamato "il tribunale di spionaggio" sono sempre membri, parenti, impiegati o amici di FBI, CIA, Dipartimento della Difesa, Dipartimento di Sicurezza Nazionale e altre organizzazioni di intelligence, e che sia quindi praticamente impossibile trovare una giuria completamente imparziale.

Con questo in mente, Kiriakou sostiene che non sia pertanto possibile per Julian Assange ricevere un vero e proprio processo corretto e pulito nel caso di estradizione, considerando anche che la grande copertura mediatica che il fondatore di WikiLeaks ha ricevuto negli anni ha portato molte persone ad avere già un'idea consolidata su di lui e sull'esito del suo processo.

Il giudice distrettuale Vanessa Baraitser ha contrariamente sostenuto che Julian Assange non avrà difficoltà ad ottenere un processo corretto, vista l'alta probabilità di selezionare una giuria imparziale tra tutti i candidati del distretto della Virginia (circa 3 milioni di persone), dicendo inoltre che "i giurati non verrano considerati idonei a meno che il giudice non sia soddisfatto che lui o lei abbia messo da parte tutte le opinioni e idee preesistenti che possano influenzare un giudizio soggettivo dell'imputato".

Tuttavia, Kiriakou ribadisce fermamente che, visto il profondo coinvolgimento nella vita governativa della Virginia, i processi svolti in questo stato (e specialmente presso questa corte) risultano essere più pesanti che da altre parti. Per questo motivo, quando non si vuole infliggere una pena particolamente severa, il processo non viene mai fatto nell'Eastern District of Virginia.

© Sputnik . Justin Griffiths-Williams
Сторонница Джулиана Ассанжа на митинге против экстрадиции Джулиана Ассанжа в Лондоне, Великобритания

Kiriakou cita l'esempio dell'ex-direttore della CIA David Petraeus, che venne processato in North Carolina, nonostante avesse rivelato informazioni altamente confidenziali a terze persone. Il motivo di tale scelta del tribunale, sostiene Kiriakou, sta nel fatto che non gli si voleva realmente infliggere una pena severa, e tutto il processo fu svolto per apparenza.

"Se lo avessero processato nel "tribunale di spionaggio", di sicuro avrebbe ricevuto una condanna molto più pesante. Ecco perché vogliono processare Assange proprio lì"

Kiriakou si dice altamente scettico delle dichiarazioni del giudice Baraitser, ribadendo che qualunque giuria formata presso l'Eastern District of Virginia emanerà un verdetto non imparziale ad Assange, e probabilmente più severo rispetto ad altri tribunali.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook