10:18 17 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
Di
15030
Seguici su

L’ex premier Enrico Letta è stato eletto con 860 voti favorevoli e soltanto due contrari: il neo segretario ringrazia Zingaretti e presenta il suo programma.

Dopo una lunga attesa, prima per lo scioglimento della riserva e poi per il giorno del primo discorso e del voto, Enrico Letta è da oggi il nuovo segretario del Partito Democratico.

L’assemblea Dem lo ha eletto quasi all’unanimità dopo aver ascoltato il lungo discorso programmatico incentrato sulla riforma della età per votare, sul lavoro, sul ruolo delle donne, anche all’interno del partito e su alcune delle battaglie da portare avanti, tra cui quella dello Ius soli.

In apertura del suo discorso, Letta ha voluto fare un ringraziamento speciale a Nicola Zingaretti "con cui continuerò a lavorare, legati da un rapporto di lunga amicizia e sintonia" e poi ha voluto subito dedicare un pensiero "ai centomila morti e al mezzo milione di italiani che hanno perso il lavoro, a loro noi guardiamo cercando le migliori soluzioni per il loro futuro".

Poco prima di entrare al Nazareno Letta aveva twittato due volte, prima mostrando la tastiera e parlando delle “ultime correzioni” al suo discorso e poi parlando di emozione: “Lo ammetto. L’emozione non manca a salire di nuovo al Nazareno, più di sette anni dopo”. 

I punti del discorso programmatico

Intervenendo dal “palco” in diretta streaming davanti all’assemblea nazionale (soltanto elettiva e senza dibattito) collegata virtualmente, Letta ha parlato di “un nuovo Pd” con “le porte aperte”, perché “apertura sarà il mio motto” ha detto.

  • Il Pd ha un problema di genere: "Lo stesso fatto che sia qui io e non una segretaria donna dimostra che esiste un problema" sulla parità di genere. "Io metterò al centro" il tema delle donne: è "assurdo" che sia un problema, ha detto parlando di uno dei primi punti del suo programma.
  • I giovani sono la seconda priorità: “Saranno al centro della mia azione” e "l'altra battaglia da fare è quella per il voto ai sedicenni".
  • Lo Ius soli torna nell’agenda politica. “Credo che sarebbe una buona cosa se il governo Draghi, il governo del tutti insieme, sia quello di una normativa sullo Ius Soli".
  • Ripartire dalle sezioni, dai circoli Dem. "In tanti momenti abbiamo dimenticato il territorio, siamo diventati il partito delle Ztl, come spesso si dice. Sui territori si giocherà una parte della nostra sfida. Ci sarà nella mia segreteria un responsabile delle politiche di prossimità".
  • L’ hashtag #iocisonoPd è stato lanciato da Letta perché “questa è una sfida essenziale per l'Italia e l'Europa".
  • Letta anche rilanciato le alleanze perché “crede nella coalizione” con un Pd che guida il centrosinistra. Per questo Letta ha detto che parlerà con Speranza, con Bonino, con Calenda, con Renzi, con Bonelli, Fratoianni, e “andrà all'incontro con il Movimento 5 stelle, che sarà guidato da Giuseppe Conte, al quale va il mio saluto affettuoso".
  • Una lunga marcia verso le prossime elezioni. Letta ha anche parlato del futuro politico e di vittoria: “Io non ho lasciato la mia vita precedente per guidarvi a una sconfitta. Io sono qui perché so che insieme l'Italia nella sua maggioranza ci seguirà".
  • E poi la salute: in un tweet ha concentrato la parte del discorso dedicata alla pandemia. “L’impegno per garantire la #salute resta la sfida principale. C’è uno sforzo finale da compiere prima della liberazione, che avverrà grazie alla #scienza, alla cooperazione tra Paesi e ricercatori al vaccino”, ha scritto.
La delegazione dei GRUPPI PARLAMENTARI “PARTITO DEMOCRATICO” DEL SENATO DELLA REPUBBLICA E DELLA CAMERA DEI DEPUTATI,in occasione delle consultazioni

Le reazioni

Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, che ha lasciato il partito a sorpresa pochi giorni fa, ha twittato i suoi complimenti per Letta:

“Bene Enrico Letta. Forza Pd. Ora lealtà e passione per il bene dell’Italia”.

​"Buon lavoro ad Enrico Letta e al Pd da parte mia e di tutta Italia Viva – ha scritto il presidente IV Ettore Rosato sul social network - Sono molte le cose che possiamo e dobbiamo fare insieme. Sono certo che se la strada sarà quella del riformismo e della concretezza ci riusciremo”.

Anche l'ex premier Giuseppe Conte ha twittato: "Auguri di buon lavoro al nuovo segretario del Partito Democratico Enrico Letta. Nel suo intervento ha indicato tanti obiettivi sui quali è assolutamente necessario il confronto e il comune impegno per il bene del Paese".

Complimenti anche da Luigi Di Maio: “Buon lavoro al nuovo segretario del Pd".

Gli auguri dall'estero

​Anche dall’estero sono arrivati i complimenti per il neosegretario. Il premier spagnolo Pedro Sanchez ha twittato: “Mi auguro di lavorare molto presto insieme a te nella nostra famiglia socialdemocratica per un'Europa più sociale e inclusiva”.

​E poi dall’ex commissario Ue per il Commercio Pascal Lamy che in francese ha scritto che è “necessario un Pd forte per combattere per quello che abbiamo a cuore, un’Europa più giusta e solidale”.

Tags:
partito democratico, Enrico Letta
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook