10:53 17 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
310
Seguici su

Il Primo Ministro olandese uscente, Mark Rutte, sta concludendo la campagna elettorale per il suo partito che la prossima settimana affronterà le elezioni legislative. In un’intervista ad una emittente nazionale, ha espresso la sua visione politica riguardo alla questione migranti e quella dello sviluppo sostenibile.

L’Olanda si recherà alle urne il 17 marzo per eleggere i 150 parlamentari della Tweede Kamer, la Camera Bassa degli Stati Generali, così chiamato il Parlamento dei Paesi Bassi.

La Camera Bassa, meglio nota come la ‘Seconda Camera’, è in realtà la Camera principale degli Stati Generali, quella che possiede in esclusiva il diritto di iniziativa legislativa e di emendamento, mentre la Prima Camera (Eerste Kamer), che potremmo impropriamente definire ‘Senato’, ha sostanzialmente un diritto di veto.

La prima viene eletta a suffragio universale diretto, la seconda è eletta indirettamente dai rappresentanti delle assemblee provinciali.

In questo quadro si capisce l’importanza della campagna elettorale in corso, che vede in prima linea il Primo Ministro olandese di lungo corso Mark Rutte, in carica dal 14 ottobre del 2010 e Lijsttrekker, cioè leader, del partito VVD (Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia).

I Paesi Bassi devono essere pronti a chiudere i propri confini nel caso dovesse emergere una nuova "crisi dei rifugiati" come quella del 2016, ha detto Rutte al media nazionale Volkskrant, citato da altri media, tra cui anche il sito DutchNews.nl.

Il Primo Ministro uscente ha anche difeso il desiderio del VVD di collocare i rifugiati autorizzati in centri speciali per sorvegliare la loro integrazione nella società olandese.

"Sono contento di poterli aiutare, ma devono rendersi conto che i nostri valori non sono negoziabili", ha detto al giornale,

Rutte ha anche spiegato che "l'aspetto dell'integrazione non ha avuto abbastanza successo. Dobbiamo parlare con maggior orgoglio dei nostri valori. In definitiva vogliamo che i rifugiati abbiano successo in questo Paese. Quando cammino in città e un rifugiato siriano mi dice che ha avviato un'attività ed è così felice di essere qui... Penso che sia fantastico”.

L’intervista è proseguita affrontando il tema dello sviluppo sostenibile, riguardo al quale Rutte ha detto che vorrebbe vedere una seconda centrale nucleare in costruzione in Olanda entro i prossimi 10 anni per avere energia con minori emissioni.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook