20:58 11 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
203
Seguici su

Il quinto Consiglio dei Ministri dell'era Draghi ha rimandato tutte le elezioni amministrative previste in Italia in primavera, comprese le regionali in Calabria.

Alle ore 17.00 a Palazzo Chigi è iniziato il Consiglio dei Ministri, il quinto dell’esecutivo con presidente Mario Draghi. Nell’ordine del giorno è stata inserita anche la discussione riguardo il rinvio di tutte le elezioni già previste e calendarizzate per questa primavera.

Secondo quanto riportato, il nuovo decreto legge che sarà firmato da Mario Draghi rinvierà tutte le elezioni tra il 15 settembre e il 15 ottobre.

Elezioni locali di rilevanza nazionale dal momento che comprendono le elezioni del presidente della Regione Calabria (già stabilite per il giorno 11 aprile), dopo la prematura scomparsa di Jole Santelli, e le elezioni amministrative in ben 1200 comuni italiani, tra cui i più rilevanti sono Milano, Napoli, Roma, Torino.

Verrà rimandata con ogni probabilità anche l’elezione suppletiva per la Camera dei deputati nel comune di Siena.

L'agenzia Ansa è in grado di riportare anche un brano in bozza del decreto che riguarda il differimento delle elezioni, e nel quale si legge che per l’anno 2021 il numero minimo di sottoscrizioni richieste per la presentazione delle liste e candidature è ridotto a un terzo. Questo limitatamente alle elezioni Comunali.

Si legge nella bozza del decreto legge sul rinvio delle elezioni regionali e comunali che la decisione viene presa per il “permanere del quadro epidemiologico da Covid-19 diffusamente grave su tutto il territorio nazionale e dell’evolversi di significative varianti del virus che presentano carattere ulteriormente diffusivo del contagio”.

Tags:
Politica Italiana
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook