20:07 12 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
714
Seguici su

Beppe Grillo, la guida spirituale del Movimento 5 Stelle, spiega il perché del sì a Draghi, il futuro al 2050 con Giuseppe Conte (90 enne) e Raggi confermata candidata a Roma.

Con un lunghissimo post dedicato prevalentemente ai delusi del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo spiega il motivo della mutazione del partito che lui ha contribuito a fondare.

“O con le buone o con le buone” è ora il nostro motto, scrive Grillo sul Blog delle Stelle programmando per il partito un orizzonte che guarda al 2050.

“O con le buone o con le buone il Paese sta affrontando la pandemia nel 2021. O con le buone o con le buone, il Movimento 5 stelle promuove il cambiamento del Paese. Sia per il 2021, sia per il 2050”, scrive l’elevato.

Per quanto riguarda la presenza dei cinque stelle nel governo Draghi spiega che il presidente del Consiglio dovrà essere giudicato per quello che farà e non per quello che ha fatto in passato.

Ecco che la presenza del partito dei cittadini, come una volta amavano chiamarsi, è in questo governo per “non sottrarsi alle sue responsabilità di primo partito in Parlamento. Daremo il meglio per contribuire a fare un uso più lungimirante possibile dei 210 miliardi che l’Unione Europea – anche grazie al Presidente Giuseppe Conte – mette straordinariamente a disposizione dell’Italia per uno straordinario Piano di Ripresa”.

Giuseppe Conte per il rinnovamento del Movimento

Per quanto riguarda la partecipazione di Conte nella realtà grillina, Beppe Grillo spiega che “un mese fa Giuseppe Conte ha detto ‘per il Movimento 5 Stelle ci sono e ci sarò’. È un impegno che ha preso pubblicamente e che intende onorare. Gli è stato chiesto di scrivere insieme un progetto per il futuro del Movimento. Non parliamo di un futuro a breve termine ma dell’unico orizzonte che una forza politica moderna deve considerare: il 2050”.

Conte quindi capo politico, ma è chiaro che la guida spirituale resta sempre lui: l'elevato Beppe Grillo.

Virginia Raggi candidata M5S a Roma

Su Roma ammette che si poteva fare meglio, ma non è stato facile dice Grillo, tuttavia la candidata resta Virginia Raggi perché “è in buona posizione per dare nuovo slancio ecologico alla Capitale. Siamo orgogliose e orgogliosi di avere scelto per sindaco una donna, come a Parigi, Barcellona, Zurigo e in altre grandi città europee”.

Tags:
M5S, Beppe Grillo, Politica Italiana
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook