23:29 07 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
320
Seguici su

Ciò è dovuto alla modifica dello statuto del Movimento apportata il 17 febbraio.

Secondo il Tribunale civile di Cagliari, il M5S in questo momento "è privo di un legale rappresentante", ruolo in precedenza rivestito dal suo capo politico.

L'organo si è così pronunciato in seguito a un ricorso presentato dalla consigliera regionale sarda Carla Cuccu, espulsa dal Movimento.

L'abolizione della carica di capo politico non è stata infatti accompagnata dall'insediamento del nuovo organo collegiale, il Comitato direttivo, introdotto a seguito della modifica dello statuto apportata lo scorso 17 febbraio.

Ciò potrebbe avere ripercussioni anche sulla battaglia giudiziaria dei senatori del M5S espulsi per non aver votato la fiducia al governo Draghi: la loro espulsione era avvenuta proprio per la decisione del capo politico Vito Crimi poiché "i 15 senatori che hanno votato no sono venuti meno all'impegno del portavoce del Movimento”.

Cosa succederà quindi visto che il provvedimento è stato preso da una figura legalmente non più riconosciuta?

Si aprono nuovi scenari in seno al M5S, già scosso dagli eventi delle ultime settimane

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook