12:13 07 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
Di
1004
Seguici su

Beppe Grillo sforna il suo programma politico. Questa è l'ora di farlo realizzare... a Mario Draghi. Lo diciamo dal 2013 ed è questo il momento giusto.

Beppe Grillo dice che è dal 2013 “che parliamo di queste cose” e che ora “è arrivato il momento di mettere in atto queste proposte”. Quali proposte? Quelle della rete pubblica e neutrale in fibra, il 5G, la cittadinanza digitale, l’eliminazione dei contributi pubblici alle testate giornalistiche nazionali, modifica legge Gasparri.

Ecco, questo e molto altro ancora è il progetto che Beppe Grillo rispolvera affinché possa essere realizzato dal presidente del Consiglio Mario Draghi. Ovviamente sono le sue intenzioni, quelle dell’Elevato Grillo che, si dice, incontrando il professore lo abbia definito “Supremo”.

Le riforme Beppe Grillo

Ecco Beppe Grillo riassume in un singolo articolo sul suo Blog personale un vero programma politico che in questi ultimi due anni e mezzo non ha realizzato (o potuto realizzare) attraverso il M5S, vuoi perché governava con Salvini, vuoi perché poi con Renzi è scoppiata pure la pandemia.

E così Grillo pensa che il Supremo, a capo di un governo di unità nazionale con dentro la più grande ammucchiata di partiti che non si vedeva dall’epoca del governo Monti (solo 10 anni fa invero), possa realizzare la riforma della RAI sul modello della BBC e che possa eliminare i sussidi statali ai quotidiani italiani in un momento in cui l’editoria italiana e i quotidiani non se la passano per niente bene.

Il servizio civile digitale

Molto curiosa la proposta del servizio civile digitale, che però non specifica in cosa dovrebbe sussistere.

Per il resto il suo piano è molto votato al digitale: Pubblica amministrazione in Cloud; cittadinanza digitale, programma piazza wifi Italia; copertura 5G del territorio nazionale entro il 2025; sviluppo tecnologie digitali emergenti tra cui blockchain, intelligenza artificiale e IoT.

E chissà che Grillo non stia sognando anche l’e-Voting per le prossime elezioni politiche, ma si spera non sulla piattaforma Rousseau però.

Tags:
Beppe Grillo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook