01:00 06 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
114
Seguici su

La scorsa settimana il Senato non è riuscito ad ottenere il numero di voti sufficiente per il secondo impeachment dell'ex presidente Donald Trump con l'accusa di incitamento all'insurrezione, promossa dai democratici dopo l'assalto del 6 gennaio a Capitol Hill da parte dei sostenitori dell'ex inquilino della Casa Bianca.

L'ex senatore repubblicano dell'Arizona Jeff Flake ha condannato il mancato quorum in Senato per l'impeachment dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

In un suo editoriale per la Cnn, Flake riflette sul secondo processo di impeachment contro Trump e sulle lezioni che il Partito Repubblicano dovrebbe trarre dalla presidenza di Trump.

Secondo l'ex senatore, il Partito Repubblicano avrebbe dovuto votare per condannare Trump e vietargli di candidarsi ad incarichi federali. 

"Non lo abbiamo condannato. Avremmo dovuto, ma non l'abbiamo fatto. Non aggraviamo il grave danno al Paese e al nostro partito continuando ad abbracciarlo, perché il trumpismo è l'opposto del conservatorismo. Lo sappiamo tutti noi. Non c'è niente da guadagnare facendo un pellegrinaggio in Florida. Non c'è nessun mistico illuminato a Mar-a-Lago, solo un uomo sminuito che ha perso le elezioni senza accettarlo", ha scritto Flake.

Flake è noto da tempo per le sue critiche alla lealtà del Partito Repubblicano nei confronti dell'ex presidente degli Stati Uniti. Alla fine del 2019, ha sostenuto l'impeachment della Camera dei Rappresentanti contro Trump riguardo le accuse di abuso di potere e ostruzione al Congresso.

Sabato scorso sette parlamentari repubblicani si sono uniti ai democratici nel votare la condanna a Trump, tuttavia sono mancati 17 voti per superare la soglia richiesta di 67, pari ai 2/3 del Senato.

Tags:
impeachment, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook