12:59 02 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
43433
Seguici su

Vittorio Sgarbi non vuol sentir parlare di lockdown nazionale e si scaglia con rabbia contro il professore Walter Ricciardi che lo ha reclamato, ma ne ha anche per il ministro Speranza e Mattarella.

Vittorio Sgarbi è su tutte le furie dopo le parole di Walter Ricciardi che ha chiesto ancora una volta il lockdown nazionale. Per uno che ha fondato per una sera la “Repubblica del Sutristan” per organizzare una cena quando le norme non lo consentivano, sentir parlare uno scienziato di altri lockdown è troppo.

Così ieri sera a ‘Quarta Repubblica’ su Rete 4 si è scagliato anche contro Roberto Speranza, di cui Ricciardi è consulente personale per l’emergenza sanitaria in atto.

“Speranza ha fatto tanto male che abbiamo avuto più morti, è il Ministro dell'umiliazione ed è un vero comunista”, dice con la sua consueta ferocia fisica e verbale.

Ma Sgarbi ne ha anche per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, reo di aver scelto Mario Draghi come presidente del Consiglio – che lui non voterà – e di aver riconfermato Speranza alla guida del Ministero della Salute.

Via Twitter Sgarbi ha chiesto al Quirinale di sciogliere le Camere, se dobbiamo essere governati da un Ricciardi qualsiasi è allora meglio il voto.

“Caro Presidente Mattarella, è forse meglio che prepari il decreto di scioglimento delle Camere. Il Paese non può essere governato da un Ricciardi qualsiasi”.
Tags:
Vittorio Sgarbi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook