17:48 12 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
Di
113
Seguici su

Nuovo assetto per Forza Italia in vista delle sfide dei prossimi mesi. Tajani sarà coordinatore nazionale, Anna Maria Bernini vice e Licia Ronzulli coordinerà i rapporti con gli alleati di centrodestra. Ma nel partito restano i malumori e tre deputati passano con Cambiamo! di Toti.

Dopo la promozione al governo di Renato Brunetta, Mara Carfagna e Maria Stella Gelmini, il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi ieri ha rimesso mano all’organizzazione interna del partito, in vista delle sfide dei prossimi mesi.

A guidare gli azzurri sarà Antonio Tajani, tra i fondatori del partito, a cui il Cavaliere ha dato le “chiavi” della formazione politica. L’ex presidente del Parlamento europeo è stato nominato coordinatore nazionale. A fargli da vice sarà Anna Maria Bernini. A tenere le fila dei rapporti con gli alleati di centrodestra sarà, invece, Licia Ronzulli, che, su indicazione di Berlusconi, coordinerà le strategie comuni e le iniziative della coalizione.

Silvio Berlusconi
© AFP 2021 / Piero Cruciatti
Silvio Berlusconi

Al posto di Renato Brunetta, al dipartimento economia del partito arriverà il senatore Massimo Ferro. Berlusconi vorrebbe Roberto Occhiuto al posto di capogruppo alla Camera, ruolo lasciato vacante dalla promozione al ministero per gli Affari Regionali e le autonomie di Maria Stella Gelmini. Anche se Occhiuto, come si legge sull’Huffington Post, potrebbe essere candidato alla presidenza della Regione Calabria.

​Non si sa ancora, invece, se la poltrona di vice presidente della Camera, che era di Mara Carfagna, sarà assegnata ad un deputato azzurro. È più probabile, secondo le indiscrezioni, che vada ad un centrista, si parla di Maurizio Lupi, oppure di Sinistra Italiana, che ha deciso di restare all’opposizione.

Con la riorganizzazione del gruppo Berlusconi punta a rafforzare il partito e a compattare i suoi, a fronte delle divisioni cresciute nei mesi scorsi, tra defezioni eccellenti, come quella di Renata Polverini, che votò la fiducia a Conte salvo poi essere espulsa dal movimento, o il passaggio di tre parlamentari alla Lega lo scorso novembre.

Ieri, però, è stata la volta dei filo-centristi: i deputati Osvaldo Napoli, Daniela Ruffino e Guido Della Frera hanno abbandonato il gruppo di Forza Italia alla Camera per passare al Misto ed aderire al movimento Cambiamo!, fondato da Giovanni Toti.

Tra i delusi c’è anche Stefania Prestigiacomo che, sempre secondo quanto racconta l’Huffington Post, starebbe pensando “di abbandonare la politica”.

Nel frattempo, è ancora aperta la partita per la nomina dei sottosegretari con almeno cinque posti che saranno riservati agli azzurri. Secondo Claudio Scajola, infine, intervistato dall’Adnkronos, quella che si pone davanti a Tajani sarà una sfida ardua. Il segreto del successo, secondo l’ex ministro dell’Interno, sarà quello di “riprendere il contatto con il territorio e resettare tutto”.

Correlati:

Forza Italia ora si blinda per evitare nuove fughe
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook