02:39 28 Febbraio 2021
Politica
URL abbreviato
51724
Seguici su

Il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi ha comunicato l'intenzione di formare il nuovo esecutivo al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il colloquio tra Draghi e Mattarella è iniziato alle 19 e fino all'uscita del nuovo premier si sono rincorse le voci sulla squadra dei ministri e sottosegretari scelti da Draghi.

"Mario Draghi, sciogliendo la riserva, ha accettato di formare il nuovo governo e ha sottoposto al capo dello Stato le proposte relative alla nomina dei ministri", ha annunciato il segretario generale del Quirinale, Ugo Zampetti, aggiungendo che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, "ha firmato i relativi decreti". 

Quindi Draghi ha presentato la nuova squadra di governo.

I ministri senza portafoglio: 

  • Federico D'Inca, ministro per i Rapporti con il parlamento;
  • Vittorio Colao, ministro dell'Innovazione tecnologica e la transizione digitale;
  • Renato Brunetta, ministro della Pubblica amministrazione;
  • Maria Stella Gelmini, ministro per gli Affari generali e le Autonomie;
  • Mara Carfagna, ministro per il Sud e la coesione territoriale; 
  • Fabiana Dadone, ministro per le Politiche giovanili;
  • Elena Bonetti, ministro per le Pari opportunità e la famiglia;
  • Erika Stefani, ministro per le Disabilità;
  • Massimo Garavaglia, "avrà l'incarico per il coordinamento di iniziative nel settore del Turismo e che sarà preposto al nuovo ministero del Turismo con portafoglio".
Il colloquio tra Draghi e Mattarella
© Foto : Quirinale
Il colloquio tra Draghi e Mattarella

Ministri con portafoglio:

  • Luigi Di Maio, ministro per gli Affari Esteri e la Cooperazione internazionale;
  • Luciana Lamorgese, ministro dell'Interno;
  • Marta Cartabia, ministro della Giustizia;
  • Lorenzo Guerini, ministro della Difesa;
  • Daniele Franco, ministro dell'Economia e delle Finanze;
  • Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo Economico;
  • Stefano Patuanelli, ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali;
  • Roberto Cingolani, "ministro dell'Ambiente che assumerà la denominazione di ministro per la Transizione ecologica, assorbendo le competenze in maniera energetica allo stato attribuite ad altri ministeri e che presiederà l'istituendo comitato interministeriale per il coordinamento delle attività concernenti la transizione ecologica"; 
  • Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • Andrea Orlando, ministro del Lavoro e delle Politiche sociali;
  • Patrizio Bianchi, ministro dell'Istruzione;
  • Cristina Messa, ministro dell'Università e della Ricerca;
  • Dario Franceschini, "ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo, che assumerà la denominazione di ministro della Cultura, prevedendosi l'attribuzione del settore del Turismo a un apposito ministero";
  • Roberto Speranza, ministro della Salute;

"Proporrò alla prima riunione del Consiglio dei ministri quale sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio Roberto Garofoli", ha concluso Draghi. 

Già domani il giuramento

Sabato alle ore 12 è previsto il giuramento del nuovo esecutivo, mentre il voto di fiducia in Parlamento è atteso martedì al Senato e mercoledì alla Camera dei Deputati.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook