16:57 11 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
235
Seguici su

Confermato il no di Fratelli d'Italia all'esecutivo a trazione Mario Draghi, in oltre un'ora di consultazioni la Meloni spiega quelle che ritiene essere le urgenze del Paese.

Terminata da pochissimo la consultazione tra il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi e Fratelli d’Italia, la leader del partito Giorgia Meloni conferma il no alla fiducia ad un possibile governo guidato dal professore.

“È stato un incontro basato sui contenuti, ci limitiamo a un confronto franco su questo”, ha detto Giorgia Meloni uscendo.

“Non mi aspettavo che Draghi potesse leggere le nostre proposte ieri notte, ma la nostra posizione è immutata. Non voteremo la fiducia ma faremo opposizione responsabile e patriottica”, prosegue e poi fa notare come almeno lui abbia ascoltato.

Meloni ha chiesto a Draghi di non utilizzare più lo strumento dei Dpcm e di abolire il cashback e la lotteria degli scontrini allo scopo di liberare risorse da destinare alle imprese italiane in difficoltà.

Per quanto riguarda il capitolo tasse, la Meloni è soddisfatta dell’impegno a non aumentarle, “anche se ha parlato di un sistema basato sulla progressività e questo significa che non ci sarà la flat tax e mi dispiace”, ha aggiunto.

Fratelli d’Italia sfora con i tempi

Viene riportato dal Corriere della Sera che il partito di Giorgia Meloni ha sforato abbondantemente i tempi previsti dal calendario delle consultazioni.

Sulla carta ciascun partito avrebbe 30 minuti di tempo, ma il partito della Meloni ha occupato oltre un’ora facendo di conseguenza slittare tutte le altre consultazioni.

Tags:
Giorgia Meloni, Politica Italiana
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook