04:18 02 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
211
Seguici su

Silvio Berlusconi parla dopo l'incarico dato a Mario Draghi per il tentativo di costituire un esecutivo di alto profilo e di unità nazionale, che porti l'Italia fuori dalla crisi.

Dalla Provenza dove i problemi di salute lo trattengono, Silvio Berlusconi parla dell’incarico dato a Mario Draghi dal presidente Mattarella. Un incarico che farà nascere un governo a metà strada tra il tecnico e il politico, perché politico è un governo di "unità nazionale" dice a La Repubblica.

Un governo politico ma che non necessita della presenza dei capi di partito o di figure di spicco di ciascun schieramento politico, per Berlusconi è utile “tenere conto delle indicazioni dei partiti” e poi sarà importante costituire un governo di “qualità”.

Per quanto riguarda il sì di Matteo Salvini a Draghi, il Cavaliere non ne è stupito visto che “era stato già al governo col M5S”, mentre si dice dispiaciuto della scelta di Giorgia Meloni di non appoggiare l’esecutivo che potrebbe nascere nei prossimi giorni.

Il cambio di passo necessario

Berlusconi spiega che di fronte a tutto quello che l’Italia sta vivendo e constata la frattura all’interno della maggioranza di centrosinistra “non era pensabile una prosecuzione dell’esperienza precedente, né un suo allargamento. Occorreva qualcosa di totalmente nuovo, una soluzione autorevole intorno alla quale l’intero Paese potesse riconoscersi.”

Il Cavaliere si prende il merito di essere stato il “primo ad invocarlo” un nome che fosse adeguato al momento.

“Perché circostanze eccezionali richiedono risposte eccezionali. Impongono alla classe dirigente del Paese di mettere da parte le distinzioni, gli interessi di parte, i calcoli politici o elettorali e di dare una risposta di alto profilo, adeguata alla gravità della situazione. Il momento è davvero gravissimo, per l’Italia e per il mondo intero, certamente è la fase storica peggiore dopo la Seconda Guerra mondiale”, afferma Silvio Berlusconi intervistato da La Repubblica.

E quindi un pensiero a chi si è ammalato, lui che il coronavirus lo ha avuto e da imprenditore per chi è in una situazione economica difficile:

“Le persone continuano ad ammalarsi e a morire di Covid e a questo tragico costo umano si aggiunge un drammatico costo sociale ed economico per il lavoro, per le imprese, per le attività produttive”.
Tags:
Silvio Berlusconi, Politica Italiana
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook