06:01 16 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
16322
Seguici su

In precedenza tre diplomatici provenienti dai tre Paesi erano stati infatti espulsi dalla Russia dopo aver partecipato a manifestazioni non autorizzate in supporto di Alexei Navalny.

La Germania ha dichiarato "persona non grata" un diplomatico russo dopo l'espulsione di diversi diplomatici europei dalla Russia, che secondo il ministero degli Esteri tedesco "non era giustificata in alcun modo".

"Il Ministero degli Esteri ha dichiarato oggi 'persona non grata' un impiegato dell'ambasciata russa a Berlino. La Russia ha espulso diversi diplomatici dell'UE, compreso uno presso l'ambasciata tedesca. Questa decisione non era in alcun modo giustificata", ha detto il ministero in una nota.

In precedenza tre diplomatici - provenienti da Polonia, Germania e Svezia - erano stati espulsi dalla Russia dopo aver partecipato a manifestazioni non autorizzate per sostenere il blogger Alexei Navalny, attualmente in stato di detenzione.

"Il diplomatico tedesco stava semplicemente svolgendo il suo compito di riferire sugli sviluppi in loco in modo legale", si legge nella stessa dichiarazione.

Analogamente la Polonia ha dichiarato "persona non grata" un dipendente del Consolato generale russo a Poznan, mentre anche il ministro degli Esteri svedese Anne Linde ha annunciato l'espulsione di un diplomatico russo.

"Abbiamo informato l'ambasciatore russo che una persona dell'ambasciata russa è stata invitata a lasciare la Svezia. Questa è una chiara risposta alla decisione inaccettabile di espellere un diplomatico svedese che stava solo espletando le sue funzioni", ha dichiarato su Twitter.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook