13:44 14 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
6264
Seguici su

In precedenza l'Unione Europea e gli Stati Uniti avevano condannato l'arresto del blogger e oppositore russo Alexey Navalny, ritenendo il processo giudiziario motivato politicamente.

L'Occidente sta cercando di rendere Navalny il punto di discussione più importante nel suo dialogo con la Russia, ha affermato oggi il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

Commentando il video di Navalny sul "Palazzo di Putin", Lavrov ha affermato che è impossibile realizzare un documentario del genere senza la collaborazione delle autorità tedesche, ovvero dei servizi segreti locali.

Secondo il capo della diplomazia russa, Mosca ha chiesto a Berlino come Navalny abbia avuto accesso agli archivi riguardanti Putin e la Germania ha confermato che è stato concesso.

I commenti di Lavrov arrivano pochi giorni dopo che la Russia ha espulso tre diplomatici di Paesi europei (Germania, Polonia e Svezia) per aver partecipato alle manifestazioni non autorizzate a sostegno di Navalny. Mosca ha affermato di considerare la partecipazione di diplomatici stranieri a tali manifestazioni come un'ingerenza negli affari interni della Russia.

Nel frattempo la Germania ha respinto la quarta richiesta della Procura Generale russa sul caso del presunto avvelenamento di Navalny, in particolare sull'attendibilità delle informazioni diffuse attraverso i media secondo cui il veleno di classe Novichok sarebbe stato trovato su una bottiglia portata in Germania da Tomsk dalla collaboratrice del blogger Maria Pevchikh, ha fatto sapere il ministero degli Esteri russo.

Il 23 gennaio, il 31 gennaio e il 2 febbraio si sono svolte manifestazioni non autorizzate in tutta la Russia a sostegno di Navalny, arrestato al suo ritorno a Mosca dalla Germania, dove ha passato la convalescenza per presunto avvelenamento. Il 2 febbraio il tribunale di Mosca ha tramutato la condanna per frode sospesa con la condizionale di Navalny ad una pena detentiva effettiva di 3 anni e mezzo di reclusione per violazione della libertà vigilata.

Tags:
Alexey Navalny, Occidente, Russia, Sergey Lavrov
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook