18:50 07 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
0 73
Seguici su

La nuova amministrazione americana del presidente Joe Biden non ha molto tempo per intraprendere passi nella direzione del rientro nel Piano d'azione globale congiunto, noto anche come accordo nucleare iraniano, ha detto al quotidiano Hamshahri il capo della diplomazia di Teheran Mohammad Javad Zarif.

"Gli Stati Uniti hanno poco tempo, sia per la decisione parlamentare che per l'atmosfera pre-elettorale dopo il capodanno iraniano (21 marzo)", ha detto Zarif commentando la possibilità che gli Stati Uniti revochino le sanzioni prima delle elezioni presidenziali in Iran, previste a metà giugno.

Allo stesso tempo il ministro degli Esteri ha osservato di non vedere la necessità di avviare colloqui diretti tra Iran e Stati Uniti per discutere la questione.

"C'è Borrell (capo della diplomazia Ue), che, come coordinatore del Piano d'azione globale congiunto, può occuparsi delle questioni di coordinamento. Siamo pronti a parlare con Borrell, anche gli Stati Uniti sono pronti a parlargli", ha aggiunto Zarif.

Il ministro ha anche affermato che l'Iran non ha mai lasciato il tavolo dei negoziati sull'accordo nucleare, sottolineando che sono gli Stati Uniti che "hanno bisogno del biglietto per sedersi al tavolo dei negoziati".

In precedenza si era saputo che alcuni ex funzionari statunitensi avevano scritto una lettera aperta al presidente Joe Biden, esortando la sua amministrazione a tornare nell'accordo nucleare iraniano per scongiurare il rischio di una guerra molto costosa nella regione mediorientale.

Tags:
Accordo nucleare, Nucleare, USA, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook