23:53 25 Febbraio 2021
Politica
URL abbreviato
83215
Seguici su

La Russia non è disposta a prendere in considerazione le dichiarazioni di Washington sulle manifestazioni non autorizzate avvenute nel Paese, ha affermato oggi il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Nella giornata di ieri Rebecca Ross, la portavoce dell'ambasciata degli Stati Uniti in Russia, ha invitato Mosca a rispettare "gli impegni internazionali sui diritti umani" alla luce degli arresti durante le manifestazioni.

"Per quanto riguarda le dichiarazioni dei rappresentanti degli Stati Uniti nel nostro Paese e le manifestazioni non autorizzate che hanno avuto luogo nel nostro Paese, dirò una volta ancora che non siamo disposti ad accettare le dichiarazioni degli americani sulla questione e a tenerne conto. Non lo faremo", ha detto Peskov ai giornalisti, quando gli è stato chiesto cosa pensi il Cremlino delle dichiarazioni statunitensi sulle proteste.

Domenica in molte città europee si sono svolte manifestazioni non autorizzate, ha ricordato il portavoce del Cremlino.

"Tutti gli eventi sono ancora vietati in molti Paesi europei... Pertanto la domenica è stata purtroppo una giornata piuttosto impegnativa per le forze dell'ordine in molti Paesi europei. Hanno dovuto lavorare molto duramente per far rispettare la legge e l'ordine e la sicurezza sanitaria ed epidemiologica del cittadini", ha sottolineato Peskov.

Peskov ha inoltre aggiunto che la violenza contro le forze dell'ordine durante le manifestazioni non autorizzate è inaccettabile ed è inconcepibile dialogare con provocatori.

"C'erano diversi teppisti, provocatori, che si sono comportati in modo più o meno aggressivo nei confronti delle forze dell'ordine, cosa inaccettabile. Ecco perché la polizia agisce e prende determinati passi", ha detto il portavoce ai giornalisti.

La reazione decisa della polizia dovrebbe essere considerata nel contesto delle ragioni che spingevano ad intraprendere tali misure, ha concluso Peskov.

Ieri il ministero degli Esteri russo aveva reagito duramente alle dichiarazioni del segretario di Stato americano Anthony Blinken sulle proteste filo-Navalny, chiedendo a Washington di smetterla di interferire negli affari interni russi.

Tags:
Proteste, Manifestazione, Cremlino, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook