02:46 28 Febbraio 2021
Politica
URL abbreviato
714
Seguici su

In seguito alle dimissioni del governo, un nuovo gruppo di moderati si è formalizzato a Palazzo Madama per poter partecipare alle consultazioni a sostegno di un Conte Ter.

La senatrice Sandra Lonardo, moglie del sindaco di Benevento Clemente Mastella, non entrerà nel nuovo gruppo Europeisti - Maie - Centro democratico. Lo ha fatto sapere questa mattina, secondo quanto riporta Adnkronos. 

Lady Mastella è una delle figure di spicco di questa crisi politica, tra le prime ad aver risposto all'appello per i responsabili, ha garantito la fiducia al Senato a Giuseppe Conte. La senatrice Lonardo non toglie il suo sostegno al premier uscente, ma dice no a un nuovo gruppo disomogeneo per le consultazioni. 

"Rimane il mio impegno a sostenere il presidente Conte, ma un nuovo gruppo senza omogeneità politica e con esperienze diversissime non è quello che auspico in vista di un nuovo progetto, quello del 'Meglio Noi', cui, con altri all’esterno del Parlamento, stiamo dando vita", dichiara la senatrice in una nota riportata da Adnkronos. "I responsabili, singolarmente - chiarisce - sono stati fondamentali per evitare che si precipitasse nella crisi di sistema, ora, però, occorre ricomporre ed allargare il più possibile senza esclusioni".

La ricucitura tra Conte e Renzi mediante il PD

Per la senatrice la via per superare la crisi è una ricucitura tra Conte e Renzi attraverso la mediazione politica del PD per mettere da parte "le ostilità inutili ed incomprensibili" e lavorare per un Governo che "dia fiducia ad un Paese scosso ed impaurito".

"Nella mia storia ho visto incomprensioni tra i cavalli di razza democristiani, ma che, al momento giusto, sapevano mettere da parte anche i litigi ed i difficili rapporti umani per il bene della Dc e per il bene del Paese. A Conte e Renzi è richiesto altrettanto oggi, con la mediazione politica del Pd, che deve svolgere questa funzione di pacificazione", conclude.

Le consultazioni

Le consultazioni al Colle dureranno tre giorni a partire dal 27 gennaio, quando toccherà per primi ai presidenti di Camera e Senato. Nel rispetto delle disposizioni anticovid avverranno in diretta streaming sul canale Youtube della Presidenza della Repubblica e sul sito www.quirinale.it.

Su richiesta dell'Ordine dei giornalisti verrà ammesso un numero ristretto di giornalisti che verrà estratto a sorte. 

Tags:
Matteo Renzi, Giuseppe Conte, crisi, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook