11:24 26 Febbraio 2021
Politica
URL abbreviato
5181
Seguici su

Un nuovo appuntamento con i sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani, ecco chi è vincerebbe se si andasse ad elezioni anticipate e chi, invece resterebbe escluso dai palazzi della politica.

Termometro politico ha stimato le preferenze degli italiani attraverso una media matematica delle rilevazioni effettuate dai principali istituti demoscopici italiani nella settimana fra il 17 e 23 gennaio per fare il punto della situazione in data 27 gennaio. Le indagini prese in considerazione sono quelle di Bidimedia, Tecné, Demopolis, SWG, Euromedia Research, Index Research e Ipsos.

In testa per consensi resta ben saldo il partito di Matteo Salvini, alla guida della coalizione di centrodestra con un dato medio pari 23,4%. Si conferma una distanza media di 3 punti dal PD che resta la seconda forza politica del Paese con un consenso al 20,3%. Fratelli d'Italia, secondo partito del centrodestra, si accredita il 16,5% delle preferenze, mentre tutti gli istituti sono d'accordo nel segnalare una crescita del Movimento 5 stelle che si attesta a un consenso medio del 14,6%. 

Tendenza positiva in 5 dei 7 sondaggi presi in considerazione per Forza Italia data al 7,8%, mentre Azione di Carlo Calenda si attesta al 3,5% e Sinistra/LeU è al 3,3%. 

Trend coerente in calo per Italia che scende sotto la soglia di sbarramento al 2,8% nella media settimanale. Un dato che mette a rischio la permanenza del gruppo di Matteo Renzi all'interno del Parlamento in caso di voto anticipato. A rischio anche +Europa, il partito di Emma Bonino, che si ferma al 2%

In caso di elezioni il centrodestra otterrebbe il 47,9% mentre un'ipotetica alleanza delle forze del governo giallorosso si attesterebbe a 41%.

Tags:
PD, Lega, Italia Viva, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook