06:57 10 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
221
Seguici su

Il vicepresidente dei deputati forzisti smentisce tentativi di contatto dal governo con i parlamentari del suo gruppo, ma mostra apertura a Conte: "Sta dando il meglio".

Gianfranco Rotondi, vicepresidente del gruppo di Forza Italia alla Camera, smentisce i rumors su possibili contatti del suo partito per la formazione di una nuova maggioranza di governo.

"Non è vero che dal governo stanno contattando esponenti di Forza Italia, ma anche se fosse, è normale che un governo dialoghi col Parlamento", ha dichiarato Rotondi a “L’Italia s’è desta”, su Radio Cusano Campus.

"In molti pensano che un Parlamento sia un cda, in cui ci sono delle quote che vincolino a votare in un certo modo. Il parlamento, lo dice la parola stessa, è un luogo in cui si parla. Un governo che fa bene allarga la maggioranza, un governo che fa male la perde", osserva Rotondi

Il forzista di vecchia data rimanda alle precedenti crisi di governo, che coinvolsero il suo partito tra il novembre e il dicembre 2010. 

"Quando Berlusconi fu messo in discussione da Fini, noi abbiamo contattato altri parlamentari che avevano manifestato il loro appoggio a Berlusconi. Mastella ha proposto uno scambio che è la politica, se Calenda vuole i voti del Pd non è che può prendere a sberle il Pd ogni giorno", ha dichiarato.

L'affondo contro Salvini

Rotondi rimprovera all'alleato della Lega l'alleanza con il M5S nel governo gialloverde. 

"Non mi è piaciuto il fatto che Salvini abbia governato con il M5s, utilizzando anche i voti nostri. E adesso Salvini accusa la Rossi di aver fatto gratis quello che lui ha fatto a pagamento, andando al governo in cambio del ministero dell’Interno", ha dichiarato. "Qui possono parlare solo Berlusconi e Meloni perché hanno sempre fatto opposizione ai 5 Stelle. Se dovessi parlare di centrodestra io direi solo Fi e Fdi", precisa.

L'apertura a Conte

Il vicepresidente del gruppo di Silvio Berlusconi assicura che il voto di fiducia a Conte dei tre parlamentari forzisti non ha causato tensioni all'interno di Forza Italia. 

"In Fi non c’è nessuna tensione - sottolinea - Io ho più simpatia verso Conte, mi sembra una persona per bene che sta dando il meglio, sono un berlusconiano di rito contrario. Poi ci sono i berlusconiani di rito salviniano, ma sono differenze che evaporano quando Silvio chiama”, conclude Rotondi.

Il leader di Forza Italia ha dichiarato più volte di non essere disponibile a governare con il centrosinistra, ma adesso chiede un esecutivo di "unità o voto" per uscire dall'emergenza e far ripartire il Paese.

Tags:
Silvio Berlusconi, Forza Italia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook