12:47 02 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
435
Seguici su

Il nuovo gruppo dei responsabili potrebbe essere formalizzato prima delle consultazioni del presidente della Repubblica. Lo ha riportato La7 citando fonti del PD.

Per il senatore Pier Ferdinando Casini la crisi non è al buio ma è governabile perché i leader di maggioranza hanno aperto ad un percorso alternativo di governo. 

"Non vedo una crisi al buio, se c'è la capacità di metterla sul binario giusto", ha detto Casini a SkyTg24. Per l'ex presidente della Camera la crisi di governo in corso "ha delle logiche conclusioni: c'è una maggioranza che si è dissolta, ma i cui leader non hanno dichiarato indisponibilità a questo percorso".

Un nuovo gruppo parlamentare

Mentre le forze di maggioranza esprimono compattezza attorno a Giuseppe Conte, con l'indicazione di trovare una base più ampia per un nuovo incarico, i cosiddetti "responsabili" si appresterebbero a formare un nuovo gruppo al Senato. 

"Fonti del Partito Democratico dicono che il nuovo gruppo parlamentare dei responsabili sarà formalizzato prima delle consultazioni", spiega durante la diretta de La7 Alessandra Sardoni in collegamento dal Quirinale.

Il nuovo gruppo, che dovrà venire alla luce entro poche ore, potrebbe fornire la base per un nuovo governo spostato al centro che però dovrà mantenere un dialogare con Italia viva. Si dovrà quindi riaprire a Renzi, che però non avrà più la "golden share", ma il suo ruolo uscirà depotenziato dagli altri interlocutori del nuovo governo. 

Per la formalizzazione il gruppo dovrà fare richiesta alla presidente del Senato, Elisabetta Casellati, prima dell'inizio delle consultazioni del Presidente della Repubblica. 

Chi entrerà nel nuovo gruppo

Il nuovo gruppo potrebbe nascere appoggiandosi sul simbolo del Maie o dar vita a una nuova sigla. Potrebbero essere già una quindicina i "costruttori" che hanno già votato una settimana fa la fiducia a Conte in Senato. Ma sarà necessario trovare altri responsabili, che potrebbero arrivare dal gruppo Forza Italia - Udc, uno dei maggiori a Palazzo Madama, e dai fuoriusciti di Cambiamo, il partito di Toti.

Tags:
Pier Ferdinando Casini, Senato, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook