02:45 28 Febbraio 2021
Politica
URL abbreviato
21815
Seguici su

Joe Biden è sulla buona strada per superare Donald Trump in quanto a numero di ordini esecutivi emessi nelle prime settimane in carica. Ha già firmato 30 ordini esecutivi in tre giorni, solo tre in meno rispetto a quanto fatto da Trump in 100. Biden dovrebbe continuare con questo ritmo nella sua seconda settimana da presidente.

Il presidente Biden ha una lista completa di nuovi ordini esecutivi da ratificare la prossima settimana: il promemoria ottenuto da 'The Hill' delinea la serie di decisioni che il nuovo inquilino della Casa Bianca dovrà prendere nel corso della prossima settimana.

Lunedì

  • Secondo il notiziario, lunedì Biden dovrebbe firmare un ordine inasprendo l'imposizione per le agenzie governative di acquistare più beni e servizi dalle imprese americane. La mossa dovrebbe aiutarlo a mantenere l'impegno preso con la campagna elettorale 'Buy American' ('Compra americano');
  • La decisione in stile Trump (l'ex presidente ha firmato un decreto americano di acquisto e assunzione simile nel 2017) ha già provocato alcuni malumori tra i partner commerciali del Paese, in particolare il Canada. Il vicepresidente del Canadian Global Affairs Institute Colin Robertson ha dichiarato domenica al 'Wall Street Journal' che "una volta che la cosa entrerà in vigore, ci saranno aziende canadesi che diranno: 'Oh, siamo escluse' e quindi inizieranno a farsi sentire".

Martedì

  • Martedì Biden dovrebbe firmare ordini esecutivi relativi all'immigrazione, l'annullamento del divieto a persone transgender di entrare nell'esercito, un ordine di rinuncia alla discriminazione e alle molestie contro i membri delle comunità asiatiche americane e delle isole del Pacifico, un altro rivolto alle agenzie federali per "rafforzare il coinvolgimento" con le tribù dei nativi americani, istruzioni al Dipartimento di Giustizia di prendere provvedimenti per eliminare l'uso di prigioni private e la formazione di una commissione di polizia;
  • L'ordine sulla commissione di polizia arriva nonostante il fatto che un organo simile istituito da Trump abbia già completato all'inizio del mese una revisione che esamina i modi in cui il sistema di giustizia penale potrebbe essere riformato sulla scia delle proteste per la morte di George Floyd. 

Mercoledì

  • Mercoledì Biden dovrebbe annunciare formalmente un vertice sul clima ospitato dagli Stati Uniti, che si terrà durante la Giornata della Terra (22 aprile) per incrementare le norme sull'inquinamento e classificare il cambiamento climatico come "una priorità di sicurezza nazionale". Un provvedimento in netta controtendenza con Trump, che ha demolito i regolamenti e ritirato gli Stati Uniti dall'accordo sul clima di Parigi. Biden ha ripristinato tale accordo nel suo primo giorno in carica;
  • Durante la campagna elettorale Biden ha ricevuto critiche sia dall'ala sinistra dei democratici sia da Trump per essersi rifiutato di aderire al Green New Deal, una massiccia proposta di spesa per infrastrutture, tecnologia e lavori pubblici da molti miliardi di dollari promossa da Bernie Sanders ed Elizabeth Warren, che ha l'obiettivo di porre fine alla dipendenza degli Stati Uniti dai combustibili fossili a favore di fonti di energia alternative. Le decisioni esecutive che ha già preso o intende prendere sono di scala molto più ridotta. Nel frattempo, l'amministrazione Biden ha già iniziato a criticare la Cina per il suo impatto ambientale relativo alle emissioni di carbonio.
Giovedì
  • Il tema di giovedì dovrebbe essere l'assistenza sanitaria. Secondo il promemoria, l'agenda di Biden includerà la firma di un ordine per revocare la politica che vieta l'uso del denaro degli aiuti statunitensi per finanziare gli aborti all'estero. Il regolamento, noto anche come 'Politica di Città del Messico', dagli anni Ottanta viene ciclicamente annullato dai democratici e rispristinato dai repubblicani;
  • In questo giorno Biden dovrebbe anche firmare un ordine per rafforzare Medicaid e dare il via a un nuovo periodo di iscrizione per l'Affordable Care Act, lo statuto dell'era Obama volto a migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria per gli americani poveri facilitando l'accesso alle assicurazioni. Trump ha minacciato di "abrogare e sostituire" l'atto nel 2016 e ha trascorso gran parte della sua presidenza cercando di indebolirlo. Gli sforzi del Partito Repubblicano per abrogare l'atto sono falliti dopo che diversi senatori repubblicani, tra cui il defunto rivale di Trump John McCain, hanno votato contro nel 2017.
Venerdì
  • Infine, la lista degli ordini esecutivi di venerdì dovrebbe essere dedicata all'immigrazione e, secondo quanto riferito, include piani per invertire le politiche dell'era Trump sull'asilo, includendo un brainstorming su come fermare l'immigrazione illegale dall'America centrale. Inoltre Biden dovrebbe creare una task force per riunire migliaia di famiglie di migranti separate dal suo predecessore, anche se non è ancora chiaro quale sarà l'impatto concreto su di loro;
  • Sono previsti anche altri due ordini, relativi a una revisione del processo di naturalizzazione e al programma di ammissione dei rifugiati degli Stati Uniti, ma secondo 'The Hill' quest'ultimo potrebbe essere annullato.

Nei suoi primi tre giorni in carica, Biden ha firmato 30 ordini esecutivi, avendo già superato il totale emesso da 18 ex presidenti degli Stati Uniti. Si avvia così a eguagliare Trump, che ha firmato 217 ordini esecutivi in quattro anni. Molto distante in classifica Franklin D. Roosevelt, che ne ha firmati ben 3.522 durante i suoi dodici anni in carica.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook