00:57 28 Febbraio 2021
Politica
URL abbreviato
7210
Seguici su

L'ex ministro dimissionario Teresa Bellanova si sfoga all'indomani del fallito tentativo di spodestare Conte. Il premier non ci ha degnate nemmeno di un saluto quando ci siamo dimesse.

Teresa Bellanova, ex ministro dell’Agrocoltura dimissionaria e esponente di Italia Viva, dopo il tentativo fallito di spodestare Giuseppe conte dalla poltrona di presidente del Consiglio si sfoga.

“Da parte di Conte c’è stato un atteggiamento di chiusura e di arroganza fino all’ultimo momento, in cui noi gli abbiamo annunciato le nostre dimissioni non si è nemmeno degnato di rispondere, forse cercava già i responsabili”.

E mentre dalla maggioranza di Governo si ritiene che Italia Viva abbia bloccato il paese per settimane con il suo tira e molla finito con l’epilogo che è storia politica di questo paese, Teresa Bellanova accusa Conte di tenere il paese bloccato.

“Vedo un premier Conte che tiene bloccato un paese solo per tenere la sua poltrona, questo rischia di provocare molta rabbia nel paese. Temo che continuerà nella ricerca dei senatori insoddisfatti delle proprie forze politiche e che hanno paura di andare al voto”.

Intanto Massimo D’Alema è intervenuto ieri a ‘Porta a Porta’ su Rai uno per dire a Renzi che anche il suo partito è un fuoriuscito dal Partito Democratico e che nessuno ha dato il suo voto a Italia Viva, perché alle elezioni del 2018 il partito non esisteva.

Bellanova erede del Pci

Sul suo profilo Facebook la senatrice Bellanova rievoca il centenario del Partito comunista italiano e se ne sente pienamente parte: “Per chi come tanti di noi lo ha vissuto”.

Ed anche se “forse quel Pci non esiste più”, dice l’ex ministro dimissionario, “esistono ancora quegli ideali di uguaglianza, libertà, democrazia, riformismo che ogni giorno abbiamo il dovere di promuovere e perseguire.”

Tags:
Politica Italiana
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook