16:10 07 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
7102
Seguici su

Il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden intende firmare mercoledì un atto che revoca le restrizioni all'ingresso nel Paese per i cittadini provenienti da paesi con una popolazione prevalentemente musulmana e africana, misure introdotte dall'amministrazione di Donald Trump.

"Il presidente eletto firmerà un atto esecutivo che porrà fine al divieto dell'ingresso per i musulmani, alle politiche basate sull'odio religioso e sulla xenofobia. Invalida i proclami 9645 e 9983, che limitano l'ingresso negli Stati Uniti dai paesi a maggioranza musulmana e dell'Africa, e ordina al Dipartimento di Stato di riprendere il processo di rilascio dei visti per i paesi in questione", ha riferito in una nota il team di Biden.

Inoltre, l'atto prevede controlli più approfonditi sui viaggiatori mediante un maggiore scambio di informazioni con i governi stranieri.

Secondo la nota, Biden intende anche mantenere e rafforzare il programma DACA, che consente a questa categoria di immigrati di ricevere protezione dall'espulsione e di vivere e lavorare temporaneamente negli Stati Uniti, ma non dà a loro il diritto al soggiorno legale permanente o alla cittadinanza. Il programma protegge circa 700mila persone dall'espulsione.

Al momento in conformità con i proclami 9645 e 9983, varie restrizioni all'ingresso negli Stati Uniti si applicano ai cittadini di 13 paesi, tra cui Eritrea, Myanmar, Iran, Kirghizistan, Libia e Sudan.

Oggi 20 gennaio si terrà la cerimonia di insediamento del presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook