03:03 28 Febbraio 2021
Politica
URL abbreviato
2103
Seguici su

Dopo l'intervista al Tg1, Luigi Di Maio è tornato a pochissimo tempo di distanza a parlare della crisi di governo, chiudendo la porta a Matteo Renzi anche davanti alla telecamere del programma di La7 'Otto e mezzo'.

In tempo di crisi, il Ministro degli Esteri non perde comunque l'ottimismo di arrivare alla fine della legislatura.

"Credo che se Conte si presenta in Parlamento per spiegare il nostro progetto per i prossimi due anni ci saranno tante persone che vorranno condividerlo. E penso che, al di là delle persone, questa sia l'occasione per rilanciare l'azione di governo", ha dichiarato a 'Otto e mezzo'.

Andare avanti sì, ma non con Matteo Renzi.

"Non vedo con quali presupposti dopo che avevamo lavorato insieme per migliorare il Recovery Plan. Poi Renzi ha scelto di alzarsi dal tavolo e di sedersi da solo e far dimettere i suoi esponenti nel governo. Anche se domani ci fosse l'ipotesi di tornare insieme, mi chiedo con quale spirito possa accadere, visto lo showdown che ha fatto, accusando addirittura il premier di aver rappresentato un vulnus democratico. Per questo credo che, per quanto riguarda i rapporti con Renzi, sia difficile fare affidamento sulla sua parola", le sue ferme parole. 

Già ieri Di Maio aveva dichiarato di non considerare più un interlocutore il leader di Italia Viva, reo di aver "staccato la spina". 

Intanto, a proposito di crisi di governo, Conte chiederà la fiducia lunedì alla Camera e martedì al Senato. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook