03:11 05 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
114
Seguici su

Matteo Renzi è esultante, le casse di Italia Viva si stanno riempiendo di donazioni nonostante gli insulti su social. Sembra che siano direttamente proporzionali.

“Stiamo toccando numeri record”, lo dice un esultante Matteo Renzi parlando della sua scelta di abbandonare il governo parlando ai fan del suo partito nella Enews straordinaria di questa settimana (solitamente arriva solo il martedì).

“Record di donazioni economiche a Italia Viva. E record di preoccupazioni e critiche sui social”, è tutto “normale quando si radicalizza uno scontro”.

O come ha detto con altre parole Romano Prodi qualche giorno fa a La7, è normale quando un piccolo partito di maggioranza si rende conto che più la maggioranza ha successo e più il suo partitino diminuisce nei sondaggi elettorali.

A quel punto, commentava Romano Prodi, non ascolti più nessuno ed esci dalla maggioranza per salvarti e per farti notare.

Non è un fatto personale

Renzi nella eNews afferma che non è un fatto personale, “magari fosse un fatto personale”, no, invece “siamo davanti a una situazione drammatica e nessuno ne parla. Tutti fermi sulla narrazione del palazzo che parla di scontro caratteriale per nascondere il vero oggetto del contendere”.

Non va tutto bene, ripete Renzi e lo spiega con un grafico che mostra la situazione dei singoli Paesi nel rapporto tra pandemia e crisi economica.

“L’Italia è il Paese che è messo peggio nel rapporto decessi per covid / crisi economica. E, se ci fosse un grafico sui giorni di scuola persi dai nostri ragazzi, saremmo i peggiori anche in quello”, spiega il fondatore di Italia Viva.

Serve una svolta, dice Renzi, e pare che l’unico ad averlo capito veramente sia stato Flavio Briatore che su Instagram gli ha detto bravo.

“Per noi serve una svolta sia nella gestione sanitaria che nella ripartenza economica che sulla scuola. Lo stiamo dicendo da mesi, inascoltati”, insomma Renzi è molto più in linea con la retorica del centrodestra che con quella della sua ex-maggioranza.

Io irresponsabile? Irresponsabili voi!

“Siamo dipinti come irresponsabili. Irresponsabile è chi rifiuta i soldi del Mes. Irresponsabile è chi approva documenti senza leggerli, come accaduto con il Recovery Plan”, dice Renzi che non si risparmia ma prosegue con la sua visione politica.

“Irresponsabile è chi spende i soldi dei nostri figli in sussidi e progetti senza visione.”

Non volevamo le poltrone, ma...

Falso dire che volevamo le poltrone dice Renzi, “tanto è vero che ci siamo dimessi”.

Ma Renzi lo sa che non ci saranno elezioni e che il presidente della Repubblica al massimo nominerà un governo tecnico se tutto dovesse andare male, ma non manderà gli italiani al voto in queste condizioni di pandemia dilagante.

Quindi sono saltate le poltrone delle ministre, ma non quelle da parlamentari.

Tags:
Italia Viva, Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook