05:55 14 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
12492
Seguici su

Il giorno prima la delegazione russa per il controllo degli armamenti a Vienna aveva chiesto alle parti aderenti al Trattato sui Cieli Aperti di garantire la riservatezza dei dati ricevuti durante i voli d'osservazione.

La Russia ha avviato le procedure per ritirarsi dal trattato sui Cieli Aperti, ha comunicato in una nota il ministero degli Esteri.

"Dal momento che non sono stati compiuti progressi per eliminare gli ostacoli che impediscono il funzionamento del trattato nelle nuove condizioni, il ministero degli Esteri russo è autorizzato ad annunciare l'inizio delle procedure interne per il ritiro della Federazione Russa dal Trattato sui Cieli Aperti. Quando le procedure saranno completate, sarà inviata una notifica", si afferma in un comunicato del ministero degli Esteri russo.

Il Trattato sui cieli aperti è stato firmato nel 1992 ed è entrato in vigore dopo 10 anni. Consente ai 34 Paesi firmatari di effettuare voli di osservazione a bordo di aerei disarmati sui rispettivi territori, con l'obiettivo di garantire la trasparenza e un clima di fiducia.

Nel maggio 2020 il presidente americano Donald Trump aveva dichiarato che Washington si ritirava dal trattato e che non vi avrebbe aderito "finché la Russia non vi aderirà". Gli Stati Uniti hanno completato il processo di uscita dall'accordo a fine novembre.

Tags:
Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, trattato sui Cieli aperti, Cieli Aperti, Il Ministero degli Esteri della Russia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook