15:22 05 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
0 25
Seguici su

Twitter ha sospeso permanentemente l'account di Donald Trump poiché il presidente è stato accusato di aver fomentato migliaia di suoi sostenitori a prendere d'assalto il Campidoglio degli Stati Uniti.

Un video trapelato dell'amministratore delegato di Twitter Jack Dorsey mentre si rivolge ai suoi collaboratori in una riunione virtuale rivela quello che sembra essere un programma nascosto per espandere la politica di censura dell'azienda molto oltre il divieto dell'account del presidente Donald Trump.

Twitter ha bloccato l'account @realDonaldTrump del presidente in carica l'8 gennaio, due giorni dopo le rivolte del Campidoglio degli Stati Uniti, e ha fatto seguito l'eliminazione dalla sua piattaforma di oltre 70.000 account identificati come diffusione di teorie del complotto di QAnon.

"Sappiamo di essere concentrati su un account in questo momento, ma sarà molto più grande di un solo account e durerà molto più a lungo di questo giorno, di questa settimana e delle prossime settimane, e poi oltre l'insediamento", dice Dorsey nel video pubblicato il 14 gennaio dal canale di notizie Project Veritas.

Il nastro, presumibilmente fornito a Project Veritas da un "informatore interno" di Twitter che ha registrato segretamente la riunione, rivela che Dorsey istruisce ulteriormente il personale a "sentirsi sempre libero di esprimersi in qualsiasi formato si senta giusto", mentre si concentra sul quadro generale che ci aspetta, oltre "l'insediamento".

"Quindi, l'attenzione è sicuramente su questo account e su come si lega alla violenza del mondo reale. Ma dobbiamo anche pensare molto nel lungo termine a come queste dinamiche si sviluppano nel tempo. Non credo che finirà presto", dice Jack Dorsey nel video.

Mentre il CEO di Twitter ha quindi affrontato la questione dell'atmosfera politica estremamente instabile negli Stati Uniti, ha fatto riferimento alle azioni recentemente intraprese dalla piattaforma contro i contenuti ritenuti collegati ai teorici della cospirazione di QAnon, aggiungendo che le mosse facevano parte di un "approccio molto più ampio che dovremmo esaminare e approfondire".

"Sapete, gli Stati Uniti sono estremamente divisi. La nostra piattaforma lo sta dimostrando ogni singolo giorno... E il nostro ruolo è proteggere l'integrità di quella conversazione e fare il possibile per assicurarci che nessuno venga danneggiato in base a questo. Quello è il nostro obiettivo", ha affermato Dorsey nel video trapelato rilasciato da Project Veritas.

James O'Keefe, fondatore dell'organizzazione che si descrive come una "azienda giornalistica senza scopo di lucro" che indaga su "corruzione, disonestà, autodisciplina, spreco, frode e altri comportamenti scorretti nelle istituzioni pubbliche e private", giovedì ha indicato che altre fughe di notizie da Twitter potrebbero essere imminenti, dal momento che "abbiamo avuto più di una decina di persone che ci hanno contattato questa settimana con video provenienti dall'interno di Twitter".

"Restate sintonizzati. Possono essere società private, ma hanno più potere di tutti e tre i rami del governo", ha affermato il CEO e presidente del consiglio di amministrazione di Project Veritas.

In risposta al nastro trapelato da Project Veritas, un portavoce di Twitter è stato citato da Fox News dicendo:

"Le osservazioni mostrate nel video sono state consegnate ai nostri oltre 5.400 dipendenti e sono quasi le stesse parole che Jack ha condiviso in un recente thread di tweet relativo alle riflessioni sul nostro lavoro per proteggere la comunicazione nelle ultime settimane".

Correlati:

'Avanti con Conte', l'hashtag di Twitter a sostegno del premier
Precedente pericoloso: Ceo di Twitter Dorsey pubblica lettera aperta su decisione di bandire Trump
Twitter limita brevemente accesso ad account vaccino russo Sputnik V per "attività insolite"
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook