22:57 15 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
22110
Seguici su

Mercoledì, Donald Trump è diventato il primo presidente nella storia USA a essere stato messo sotto accusa due volte, con la Camera dei Rappresentanti che lo ha censurato per "incitamento all'insurrezione" dopo l'assalto Campidoglio della scorsa settimana a Washington mentre il Congresso stava certificando la vittoria di Joe Biden.

Al presidente Trump potrebbe essere impedito di candidarsi di nuovo alla presidenza anche se il Senato non dovesse riuscire a condannarlo usando la clausola d'incitamento "all'insurrezione" della Costituzione degli Stati Uniti, ha suggerito il rappresentante democratico alla Camera James Clyburn.

“Quello che (Trump) ha fatto la scorsa settimana è stata la cosa peggiore che un presidente di questi Stati Uniti abbia mai fatto. Quindi merita di essere messo sotto accusa e, francamente, dovrebbe essere condannato e interdetto per sempre dal ricoprire qualsiasi carica d'onore in questo paese per il resto della sua vita", ha detto Clyburn, parlando a Fox News.

"C'è anche un'altra opzione qui, presente nel 14° emendamento", ha aggiunto il legislatore, riferendosi al 14° emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, che vieta a qualsiasi persona che si sia "impegnata in insurrezioni o ribellioni" o che abbia dato "aiuto o conforto" ai nemici degli Stati Uniti di ricoprire qualsiasi carica pubblica.

Clyburn ha continuato accusando i sostenitori di Trump che hanno preso d'assalto il Campidoglio mercoledì scorso di aver "soffiato sulle fiamme del razzismo", facendo eco alle affermazioni fatte dal presidente eletto Biden la scorsa settimana secondo cui i rivoltosi del Campidoglio erano "un gruppo di teppisti, insurrezionalisti, suprematisti bianchi" e "antisemiti".

"Sarebbe bene utilizzare il 14° emendamento per escludere Trump dall'incarico", ha sottolineato Clyburn.

Senato non ha l'autorità costituzionale di processare Trump dopo la fine del suo mandato

A seguito dell'impeachment di Trump, il senatore repubblicano Tom Cotton ha affermato che il Senato non ha l'autorità costituzionale per tenere un processo di impeachment per Trump dopo che ha lasciato l'incarico il 20 gennaio.

“Al Senato manca il potere garantito dalla Costituzione per condurre un procedimento di impeachment contro un ex presidente. I fondatori hanno progettato il processo di impeachment in modo da rimuovere i funzionari dalle cariche pubbliche, non per un'indagine contro privati ​​cittadini ", ha detto Cotton.

Mercoledì scorso, il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell sembrava aver deluso le speranze dei democratici di condannare Trump, dicendo che il nuovo processo di impeachment non sarebbe iniziato fino al ritorno del Senato dopo le feste il 19 gennaio.

"Date le regole, le procedure e i precedenti del Senato che riguardano i processi di impeachment presidenziale, semplicemente non c'è possibilità che un processo equo o serio possa concludersi prima che il presidente eletto Biden presti giuramento la prossima settimana", ha detto McConnell in una dichiarazione.

Il processo di impeachment contro Trump

La Camera si è mossa mercoledì per mettere sotto accusa Trump con 232 sì e 197 no, con almeno 10 repubblicani che hanno voltato le spalle al presidente e al loro partito per censurarlo con l'accusa di "istigazione all'insurrezione".

Il tentativo di impedire a Trump di candidarsi nuovamente nel 2024 è diventata una delle principali priorità per i democratici sulla scia delle elezioni presidenziali aspramente contestate di novembre, che Trump e i suoi sostenitori sostengono siano state viziate da frodi elettorali su larga scala. 

Correlati:

Camera USA approva l'impeachment per Trump: primo presidente a finire sotto accusa due volte
Trump firma un ordine esecutivo per rafforzare il divieto di investimenti statunitensi in Cina
Snapchat banna definitivamente Trump
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook