06:44 17 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
1412
Seguici su

La Turchia non soccomberà ai dettami dei social network, ha detto il presidente Recep Tayyip Erdogan sullo sfondo del blocco degli account del presidente degli Stati Uniti Donald Trump su Twitter e Facebook.

"Anche la digitalizzazione e la comodità che Internet e i social media ci forniscono pongono seri rischi. Le controversie sui risultati delle elezioni statunitensi hanno mostrato dove può portare il fascismo digitale. Il pericolo principale è che i terroristi intervengano in politica attraverso i social... Ci troviamo di fronte a molti casi di arbitrarietà delle piattaforme social, ma non soccomberemo ai loro dettami ", ha detto Erdogan.

Secondo lui, l'uso delle chat e dei social sta crescendo in Turchia ed in futuro si svilupperanno e rafforzeranno. Martedì l'amministrazione del presidente turco, dopo aver abbandonato WhatsApp, ha annunciato che Erdogan ha aperto canali su Telegram e BIP. Il canale su Telegram del presidente turco ha raggiunto oltre 215mila abbonati.

In precedenza gli sviluppatori di WhatsApp hanno aggiornato il contratto utente, aggiungendo una clausola sul trasferimento dei dati personali a Facebook. Il testo dell'accordo con l'utente afferma che WhatsApp, come parte di Facebook, condividerà con l'intera "famiglia di applicazioni" dell'azienda le informazioni necessarie sull'utente per analizzare le sue abitudini e gusti. In risposta, gli utenti turchi, compresi funzionari di alto livello, hanno iniziato a lasciare WhatsApp uno dietro l'altro e passare a servizi di messaggistica istantanea alternativi.

Trump bannato da Twitter e Facebook

In precedenza, Twitter e Facebook hanno annunciato la sospensione a tempo indeterminato degli account di Trump, accusandolo di incitamento alla violenza. Altri social network hanno seguito l'esempio. Trump ha annunciato martedì un attacco senza precedenti alla libertà di parola.

Tags:
Social Network, Recep Erdogan, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook