10:20 23 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
6215
Seguici su

La titolare dell'agricoltura ha definito ancora una volta "chiusa" la fase di Governo, chiamando implicitamente il premier Conte a fare un passo indietro.

Sempre più tesa l'atmosfera all'interno della maggioranza, ad ormai pochissime ore dall'inizio del Consiglio dei ministri che potrebbe determinare l'inizio di una crisi di Governo o, al contrario, il rilancio di quest'ultimo.

Tra le voci di chi continua a ritenersi insoddisfatto di Giuseppe Conte, c'è senza dubbio Teresa Bellanova, il ministro dell'Agricoltura:

"Chi sta tenendo in ostaggio il Paese non sta di certo in Italia Viva. Andare avanti con le minacce, non aiuta nessuno. Non abbiamo detto "Conte o niente", è Conte che sta tenendo in ostaggio la sua maggioranza", ha incalzato la Bellanova.

Il ministro ha quindi ribadito gli stessi concetti espressi già nei giorni scorsi, definendo "chiusa" questa fase di governo e aprendo "ad un percorso di riscrittura di un programma".

In mattinata il segretario del PD Nicola Zingaretti ha definito l'eventuale apertura di una crisi di Governo "un grave errore che il 99% degli italiani non capirebbe" auspicandosi un rilancio dell'azione dell'esecutivo.

Il Cdm di questa sera

Mancano solo poche ore per scoprire il destino del governo Conte, che sembra essere a rischio crisi dopo la frattura venutasi a creare nelle scorse settimane con Matteo Renzi e Italia Viva.

Proprio l'ex premier potrebbe decidere di ritirare i due ministri, Elena Bonetti e Teresa Bellanova, la quale ha già annunciato la sua disponibilità a dimettersi.

L'appuntamento è dunque alle ore 21:30, quando si terrà il Consiglio dei ministri che sarà tenuto ad approvare il Recovery Plan, la cui bozza è stata già presentata nelle scorse ore.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook