01:24 03 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
230
Seguici su

Per il segretario dem permettere una crisi politica del Governo in questa fase emergenziale sarebbe un errore che gli italiani rischierebbero di non capire.

Intervenendo ai microfoni di SkyTg24, il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, ha espresso la posizione del suo partito alla vigilia del fondamentale Consiglio dei ministri in programma questa sera, durante il quale sarà discusso un possibile rilancio da parte del Governo.

Secondo il governatore del Lazio, permettere una crisi a questo punto sarebbe un segnale negativo per l'Italia e l'intenzione dei democratici è quella di andare avanti:

"Il Pd continua a chiedere un rilancio di governo ma una cosa è chiedere di rafforzarlo un'altra è farlo cadere. Il Pd ha promosso il rilancio, ma non significa mandare a casa il governo o provocare una crisi che il 99% italiani non capisce. È un grave errore politico", ha spiegato Zingaretti, che ha poi definito un eventuale crisi un "regalo agli alleati di Trump, Salvini e Meloni".

Zingaretti, che ha ribadito la propria fiducia per Giuseppe Conte, definito un leader capace di guidare la maggioranza, è dunque quella che entro la giornata odierna possa essere trovato "un accordo sul programma" che garantisca una rapida ripartenza dell'esecutivo.

Il Cdm di questa sera

Mancano solo poche ore per scoprire il destino del governo Conte, che sembra essere a rischio crisi dopo la frattura venutasi a creare nelle scorse settimane con Matteo Renzi e Italia Viva.

Proprio l'ex premier potrebbe decidere di ritirare i due ministri, Elena Bonetti e Teresa Bellanova, la quale ha già annunciato la sua disponibilità a dimettersi.

L'appuntamento è dunque alle ore 21:30, quando si terrà il Consiglio dei ministri che sarà tenuto ad approvare il Recovery Plan, la cui bozza è stata già presentata nelle scorse ore.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook