23:00 15 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
2310
Seguici su

Fratelli d'Italia presenterà una azione legale contro il governo perché considerato colpevole d'aver arrecato danno economico alla categoria della ristorazione. Chi vorrà partecipare dovrà inviare delega.

Fratelli d’Italia ha deciso di avviare una azione legale contro il governo per aver impedito ai ristoratori e alle categorie connesse di poter esercitare la loro attività. L’iniziativa legale di Fratelli d’Italia, senza precedenti, è volta a chiedere un risarcimento danni al governo reo di aver varato provvedimenti penalizzanti per le attività commerciali.

Secondo gli esponenti di Fratelli d’Italia, il Cts non avrebbe mai scritto che i ristoranti sono più sicuri a pranzo e meno a cena, quindi quella messa in atto dall’esecutivo nei confronti dei ristoratori è una “clamorosa penalizzazione della filiera della ristorazione”, hanno spiegato presentando l'azione legale in una conferenza stampa alla Camera dei deputati.

Fratelli d’Italia ha creato una apposita casella di posta elettronica riservata alle imprese del settore, attraverso la quale gli imprenditori potranno inviare la propria delega ai legali del partito di Giorgia Meloni.

I meloniani spiegano che le attività produttiva della ristorazione non vanno “ristorate”, ma risarcite per i danni subiti da provvedimenti ritenuti non proporzionali al danno.

“Conte ha fallito sia come presidente del Consiglio che come avvocato, perché il risarcimento (ristoro, ndr) è stato indegno”, riporta l’Adnkronos.

Quest'oggi Coldiretti ha presentato i dati sui danni subiti dal settore della ristorazione per i mancati introiti nei giorni delle festività. Secondo la stima Coldiretti la perdita si aggirerebbe sui 750 milioni di euro tra pranzi, cene e cenoni delle festività saltati.

Tags:
Fratelli d'Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook