20:26 16 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
6106
Seguici su

Twitter si è mosso per bloccare i tweet scritti dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump dopo che i manifestanti suoi sostenitori che protestavano contro i risultati delle elezioni presidenziali statunitensi hanno preso d'assalto il Senato e la Camera dei Rappresentanti a Washington.

Il team di sicurezza di Twitter ha annunciato mercoledì sera che avrebbe bloccato l'account personale del presidente degli Stati Uniti per 12 ore dopo aver rimosso complessivamente tre tweet "per violazioni ripetute e gravi della nostra politica di integrità civica".

"Ciò significa che l'account di @realDonaldTrump sarà bloccato per 12 ore dopo la rimozione di questi tweet", ha twittato il team del famoso social. "Se i tweet non vengono rimossi, l'account rimarrà bloccato."

Mercoledì il team di sicurezza della piattaforma del social network ha annunciato che avrebbe "lavorato in modo proattivo per proteggere l'integrità della conversazione pubblica che si verifica sul servizio e agirà su qualsiasi contenuto che viola le regole di Twitter".

"Le minacce e gli appelli alla violenza sono contro le regole di Twitter e stiamo applicando le nostre politiche di conseguenza", ha scritto il team di Twitter il 6 gennaio.

"Inoltre, abbiamo limitato in modo significativo le interazioni con i tweet etichettati secondo la nostra politica di integrità civica a causa del rischio di violenza", ha sottolineato Twitter Safety.

Facendo eco a Twitter, Facebook ha annunciato di voler bloccare la pagina ufficiale di Trump per 24 ore.

Un'ora dopo, il capo di Instagram, Adam Mosseri, ha twittato in risposta alla sua società madre Facebook: "Stiamo bloccando anche l'account Instagram del presidente Trump per 24 ore".

​Ore dopo il trasferimento, Snapchat si è anche unito ai giganti dei social network nel limitare la capacità di Trump di condividere nuovi contenuti fino a quando l'app non deciderà di sbloccare il suo account.

"Possiamo confermare che oggi abbiamo bloccato l'account Snapchat del presidente Trump", ha detto in una nota la portavoce di Snap Rachel Racusen.

Gli utenti hanno subito preso atto dell'applicazione delle politiche di Twitter, poiché almeno tre post twittati dall'account di Trump sono stati cancellati subito dopo. Uno dei tweet cancellati dalla piattaforma social prendeva di mira il vicepresidente americano Mike Pence, che, in qualità di presidente del Senato degli Stati Uniti, presiede la certificazione di voto del Collegio elettorale.

"Mike Pence non ha avuto il coraggio di fare ciò che avrebbe dovuto fare per proteggere il nostro Paese e la nostra Costituzione, dando agli Stati la possibilità di certificare una serie di fatti corretti, non quelli fraudolenti o inesatti a cui erano stati richiesti certificare in precedenza. Gli Stati Uniti chiedono la verità! " Trump ha detto in un tweet che è stato presto segnalato da Twitter come una contestata "affermazione di brogli elettorali".

​Nella notifica della piattaforma social si afferma inoltre che il tweet di Trump potrebbe potenzialmente contribuire al "rischio di violenza" che ora si sta verificando nella capitale della nazione. Twitter ha impedito agli utenti di mettere mi piace, retwittare e rispondere ad alcuni dei tweet segnalati da Trump.

I giganti dei social media Facebook, che possiede Instagram, e YouTube hanno anche citato la violenza a Washington come motivazione per rimuovere i contenuti pubblicati dal presidente degli Stati Uniti.

Mentre Twitter ha permesso che l'indirizzo del live streaming di Trump rimanesse sul suo sito web, Facebook e YouTube hanno rimosso il discorso del presidente degli Stati Uniti dalle rispettive piattaforme.

"Le violente proteste oggi in Campidoglio sono una vergogna", ha detto alla CNN il portavoce di Facebook Andy Stone. "Vietiamo l'incitamento e gli appelli alla violenza sulla nostra piattaforma. Stiamo attivamente esaminando e rimuovendo qualsiasi contenuto che infranga queste regole".
​"I nostri giorni più luminosi sono davanti a noi", ha detto Trump ai sostenitori a Washington, DC, per la marcia "Save America". "Uno dei nostri grandi risultati sarà la sicurezza elettorale. Perché nessuno, fino a quando non sono arrivato io, aveva idea di quanto fossero corrotte le nostre elezioni".

​"Andremo a piedi lungo Pennsylvania Avenue. Amo Pennsylvania Avenue. E andremo al Campidoglio", ha osservato il presidente uscente degli Stati Uniti. Ha continuato dicendo ai suoi sostenitori che è una causa persa cercare di cambiare il voto di un democratico nella sessione di certificazione del Collegio elettorale del Congresso.

"I Democratici sono senza speranza. Non votano mai per niente. Nemmeno un voto. Ma proveremo a dare ai nostri repubblicani, i deboli, perché i forti non hanno bisogno del nostro aiuto. Cercheremo di dare loro il tipo di orgoglio e audacia di cui hanno bisogno per riprenderci il nostro paese", ha detto Trump ai sostenitori, che poi hanno iniziato a cantare "USA" prima di marciare lungo Pennsylvania Avenue.

Dopo aver fatto il discorso ai manifestanti, il presidente degli Stati Uniti è andato su Twitter alcune ore dopo e ha esortato i manifestanti a "rimanere pacifici. Nessuna violenza!"

Ora i membri dell'amministrazione Trump stanno valutando la possibilità di invocare il 25° emendamento per rimuovere il presidente in carica.

Correlati:

Membri governo Trump discutono su invocazione del 25° emendamento per rimuovere il presidente
A Washington Trump arringa sostenitori: non riconosceremo mai vittoria di Biden
USA, giudice respinge tentativo di Trump di invalidare i risultati delle elezioni in Georgia
Tags:
Social Network, Violenza, Congresso USA, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook