10:27 24 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Domani verrà firmato un accordo sulla normalizzazione dei rapporti tra Qatar e Arabia Saudita ed altri paesi, ha riferito l'agenzia Reuters, citando un alto funzionario dell'amministrazione statunitense.

Il 5 gennaio a Riyad si svolgerà il 41° vertice del Consiglio di cooperazione per gli Stati arabi del Golfo (GCC). I ministri degli Esteri dei paesi membri del Consiglio avevano precedentemente affermato che considerano la riunione come un'opportunità per porre fine al conflitto dei paesi della regione con Doha, che prosegue da più di tre anni e mezzo.

Secondo quanto dichiarato dalla fonte della Casa Bianca, gli Emirati Arabi Uniti, il Bahrein e l'Egitto aderiranno all'accordo, questi paesi intendono revocare il blocco imposto a Qatar. Doha, a sua volta, ritirerà le pretese contro questi paesi.

Il rappresentante dell'amministrazione statunitense ha aggiunto che Jared Kushner, consigliere e genero del presidente Donald Trump, ha contribuito alla conclusione dell'accordo e sarà presente alla cerimonia della sua firma.

Blocco del Qatar

Nell'estate del 2017, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein ed Egitto hanno interrotto le relazioni diplomatiche con Qatar, accusandolo di sostenere il terrorismo e di interferire nei loro affari interni. Inoltre, i paesi hanno interrotto la cooperazione economica con l'emirato, imponendo anche il blocco di trasporti.

La controversia sarebbe potuta essere risolta nel 2019 ai negoziati tra Qatar e Arabia Saudita, ma l'emiro di Qatar, Tamim bin Hamad al-Thani, non si è presentato alla riunione tenutasi a Riyad. Al posto suo in Arabia Saudita si è recato l'allora primo ministro Abdullah bin Nasser bin Khalifa al-Thani e i negoziati non hanno dato nessun risultato.

All'inizio di dicembre dello scorso anno, il ministro degli Esteri kuwaitiano Ahmed Nasser al-Sabah ha affermato che il Qatar e i paesi del Golfo arabo stavano conducendo fruttuosi negoziati per risolvere la controversia. Il ministro degli Esteri saudita Faisal bin Farhan Al-Saud ha parlato dei "progressi significativi". Anche il ministro degli Esteri del Qatar Mohammed bin Abdulrahman bin Jassim Al Thani ha riconosciuto che ci sono stati dei progressi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook