22:46 15 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
0 92
Seguici su

La Bulgaria aveva dichiarato un addetto russo presso l'ambasciata a Sofia persona non gradita all'inizio di questo mese perché sospettato di aver raccolto informazioni militari. Mosca aveva dichiarato di riservarsi il diritto di risposta speculare.

La Russia ha dichiarato persona non gradita Mitko Borisov, un assistente della rappresentanza diplomatica militare bulgara, concedendogli 72 ore per lasciare il Paese, si afferma in una nota del ministero degli Esteri russo.

"Il passo è stato intrapreso in risposta alla decisione ingiustificata della Bulgaria di espellere l'addetto militare russo a dicembre", si legge nel comunicato.

La Bulgaria aveva precedentemente espulso e dichiarato persona non gradita un addetto militare russo dopo che il suo ministero degli Esteri aveva riferito di aver ricevuto notifiche dalla Procura sul fatto che la persona in questione era sospettata di raccogliere informazioni riservate.

Il ministero degli Esteri russo ha definito la decisione di Sofia infondata ed aveva promesso di rispondere all'espulsione, sottolineando che la mossa non andava incontro al dialogo bilaterale su questioni militari e sulla stabilità nella regione del Mar Nero.

Tags:
Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Il Ministero degli Esteri della Russia, Bulgaria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook