11:33 16 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
350
Seguici su

In un'intervista rilasciata a La Stampa il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia ha affermato che in caso di una crisi di governo si andrebbe al voto e attacca anche Renzi, ribadendo che il Pd non farà un governo con la destra.

In caso di crisi di governo si andrà al voto, lo ribadisce il ministro per gli affari regionali in un'intervista a La Stampa, affermando un concetto piuttosto condiviso con Franceschini, Orlando e Zingaretti.

"Se non ci sono più le condizioni, il presidente della Repubblica decide. Affermare che per il Pd a quel punto non c’è altra via che il voto non significa non conoscere la Costituzione ma dichiararsi contrari a ogni forma di pasticcio o di esecutivi geneticamente modificati [...] Non faremo mai un governo con la destra. Governerebbe la destra, portandoci fuori dall'Europa. Ma questo paese ha tutti gli anticorpi democratici che servono. Una cosa però la voglio dire: Vinceremmo noi", queste le parole del ministro Francesco Boccia.

Boccia attacca Renzi, il quale ha chiesto dopo giorni di scontri in politica di mettere da parte le difficoltà e le tensioni registrate nella maggioranza nell'ultimo periodo: "Se per Matteo Franceschini non è Ribery, devo dire che Renzi mi ricorda K9, Kerrison de Souza Carneiro, talento brasiliano della viola che doveva spaccare il mondo. Renzi dovrebbe sapere che il Pd non farà mai governi con la destra. E parlo di Salvini, della Meloni e anche di Berlusconi" commenta Boccia.

Parlando poi di un eventuale rimpasto, il ministro ha affermato che la decisione spetterà ai partiti. Il rimpasto ci sarà se il premier e i segretari nazionali decidono di mettere in campo altri giocatori.

Nella giornata di oggi il leader di Italia Viva Matteo Renzi ha lanciato un messaggio attraverso i propri social per un buon natale a tutti gli italiani.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook