23:17 13 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
Di
3124
Seguici su

Continua il botta e risposta tra il noto critico d'arte e la sindaca di Roma. "Prima di fare il sindaco era una cameriera e guadagnava 600 euro al mese", ha attaccato Sgarbi. La replica della Raggi via social: "Fare la cameriera è più che dignitoso, vergogna".

Volano stracci tra Vittorio Sgarbi e la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Tutto è partito da una frase pronunciata dal noto critico d’arte nel corso della presentazione dei candidati alla presidenza dei municipi della lista “Rinascimento-Sgarbi sindaco di Roma”, che parteciperà alla corsa al Campidoglio.

“Secondo me prima di fare il sindaco era una cameriera nell’ufficio di avvocati e guadagnava 600 euro al mese”, ha detto Sgarbi intervenendo all’incontro. Immediata la replica, via social, della sindaca. “Io nella mia vita ho lavorato. E tra le tante cose ho fatto anche la cameriera. Che è un lavoro – scrive su Twitter - più che dignitoso”.

“Dovresti avere rispetto per chi si guadagna da vivere ogni giorno con fatica e onestà, soprattutto in questo momento. Vergogna”, ribatte Raggi nello stesso tweet.

Ma Sgarbi rincara la dose. “Quelli come te non dovrebbero lavorare, visto come hai ridotto Roma”, risponde utilizzando lo stesso social network.

“Ti lascerei a casa, con il reddito di cittadinanza. Chissà quanti piatti avrai rotto, come cameriera, lavoro dignitoso, ma che richiede abilità – incalza il politico - vergognati tu, sindaca per caso di una città umiliata”.

​In campo a difesa della sindaca è sceso tutto il gotha pentastellato. A cominciare proprio da Luigi Di Maio. “Sorprende come una persona di cultura riesca ad essere così volgare e offensiva. – scrive sul suo profilo Facebook il ministro degli Esteri - Non è il nostro stile. Non è nemmeno lo stile di Virginia Raggi, che gli ha risposto da signora”.

“Farsi le ossa sul lavoro è infatti una cosa onorevole e dignitosa, di cui andare fieri”, scrive ancora Di Maio che chiede di smettere di attaccare e offendere la sindaca di Roma.

“Chiediamo rispetto. Se oggi a Roma gli appalti sono regolari, se i parchi vengono puliti e curati, se è possibile andare in bici, se non ci sono più tangenti che girano e se le aree urbane iniziano ad essere finalmente riqualificate (incluso il manto stradale) è grazie a Virginia Raggi – continua il post - alla sua giunta e a tutti i consiglieri del MoVimento 5 Stelle”.

Correlati:

Raggi si può ricandidare, arrivato il Sì degli iscritti M5s: cosa cambia
Sgarbi sindaco di Roma? Ecco le sue idee per il Rinascimento della capitale
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook